Le nuove misure di sicurezza di Dropbox ne limiteranno l’utilizzo nelle applicazioni iOS?

La scorsa settimana Dropbox ha annunciato dei cambiamenti mirati ad incrementare il livello di sicurezza della piattaforma di storage cloud. Le modifiche includono un nuovo sistema di autenticazione e questo potrebbe compromettere il funzionamento delle numerose app che utilizzano il servizio.

A seguito di una violazione dei dati avvenuta nelle scorse settimane, Dropbox cambierà il sistema di autenticazione del proprio servizio. Tra i provvedimenti rientra anche la creazione di una pagina dove è possibile esaminare tutti gli accessi avvenuti ad un account, maggiori requisiti per l’aggiornamento delle password e autenticazione a due fattori.

La strong authentication prevede l’utilizzo congiunto di due metodi di autenticazione individuale. Questo nuovo metodo di autenticazione potrebbe costituire un problema per tutti gli sviluppatori iOS che offrono l’accesso a Dropbox nelle loro applicazioni.

Probabilmente Dropbox richiederà, oltre la password, un codice ogni volta diverso per accedere al servizio di storage. Il codice potrebbe essere inviato tramite sms o e-mail e sarà valido per un tempo limitato o addirittura per un singolo accesso. C’è da dire che non è ancora stata presa una decisione a riguardo e non è detto che la soluzione vada in porto.

Se su Mac o su Pc, una volta effettuato l’accesso, possiamo utilizzare Dropbox come una qualsiasi altra cartella, nelle applicazioni iOS bisogna loggarsi ad ogni utilizzo. Se l’autenticazione a due fattori dovesse essere approvata, l’utilizzo di Dropbox sugli smartphone diventerebbe un po’ scomodo.

Via | CultOfMac

La scorsa settimana Dropbox ha annunciato dei cambiamenti mirati ad incrementare il livello di sicurezza della piattaforma di storage cloud….

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: