Il responsabile dei keynote più belli di Apple cita in giudizio la società dopo il licenziamento

Wayne Goodrich è un ex dipendente di Apple, che ha prodotto e coordinato tutti i keynote molto popolari della società. Ora quest’ultimo ha citato in giudizio l’azienda di Cupertino dopo essere stato licenziato per “motivi di lavoro”, pur avendo la garanzia del posto di lavoro promessa dall’ex CEO Steve Jobs.

Wayne Goodrich fu assunto da Apple nel 1998 ed era uno dei fidati di Steve Jobs, tanto da ricoprire il ruolo di coordinatore dei keynote. Era una persona, quindi, in possesso delle informazioni sui nuovi prodotti prima del loro lancio e mai una parola è trapelata dalla sua persona. Goodrich afferma di aver sempre portato grossi benefici all’azienda, ad esempio il fatto di aver fatto conoscere egli stesso Siri Inc. a Jobs.

Goodrich inoltre afferma che durante il suo periodo di lavoro a Cupertino, aveva ricevuto più volte rassicurazioni da Jobs in persona sul mantenimento del proprio posto di lavoro. Goodrich sta ora chiedendo un risarcimento danni alla società della Mela, pari al valore delle proprie azioni vincolate: durante la sua permanenza, infatti, il prezzo delle azioni dategli nel 2008 è salito da 97.40$ a ben 635$ ad azione.

Ora il suo obbiettivo principale è quello di ottenere un cospicuo risarcimento per i danni subiti dal mancato pagamento delle sue azioni, degli stipendi e benefici vari e anche per l’aspetto emotivo causato dallla perdita del posto di lavoro. Staremo a vedere come si concluderà questa nuova vicenda contro la società di Cupertino. Noi come sempre vi terremo aggiornati.

Via | CultOfMac

Wayne Goodrich è un ex dipendente di Apple, che ha prodotto e coordinato tutti i keynote molto popolari della società. Ora…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: