Pagamenti su dispositivi portatili e impostazioni dinamiche, ecco i due nuovi brevetti di Apple

L’ufficio di Marchi e Brevetti degli Stati Uniti ha recentemente concesso ad Apple la paternità di due brevetti molto importanti. Il primo riguarda un’interfaccia per il pagamento su dispositivi come iPhone ed iPad che potrebbe in futuro essere utilizzata assieme alla tecnologia NFC. Il secondo brevetto si concentra invece sulla modifica delle impostazioni di un dispositivo in base alla geolocalizzazione.

Il brevetto  No. 8,255,323  chiamato “Motion based payment confirmation”  descrive un’interfaccia utente per il pagamento diretto da un dispositivo portatile come un iPhone. Non è difficile pensare che in un futuro smartphone potremo acquistare tramite la tecnologia NFC utilizzando l’interfaccia descritta.

Scelto uno dei metodi di pagamento, rappresentati graficamente come una serie di carte di credito, tramite una semplice gesture, potremo confermare o meno il pagamento. Nella figura in basso viene mostrato un caso d’uso. Se volessimo acquistare un MacBook dall’Apple Store on line, una volta inserito il prodotto nel carrello, potremo procedere con il pagamento dal pulsante “Express Checkout”. Ci sarà richiesto il PIN della carta di credito selezionata, e dopo un breve riepilogo dell’acquisto potremo procedere con il pagamento effettuando uno swipe verso destra.

Il brevetto  No. 8,254,902 denominato “Apparatus and methods for enforcement of policies upon a wireless device” descrive la possibilità di creare un profilo di impostazioni personalizzate e dinamiche, che cambiano autonomamente in base alla posizione GPS, alla triangolazione cellulare o alle comunicazioni WLAN.

Molto spesso le impostazioni del nostro smartphone sono legate ad i luoghi in cui ci trviamo. Se siamo in ufficio o all’università non vogliamo essere importunati dalle notifiche, se siamo al cinema attiviamo la modalità silenziosa ed abbassiamo la luminosità dello schermo, mentre se siamo a casa la suoneria deve avere un volume alto affinché si possa sentire nelle varie stanze.

Sarebbe bello impostare le diverse modalità di funzionamento e fare in modo che queste cambino tra di loro in base a dove effettivamente ci troviamo. Questo è sostanzialmente quello che ha cercato di risolvere Apple con il presente brevetto. Una volta creati diversi profili da associare ad i luoghi, con la rilevazione della posizione GPS, ad esempio, sarà possibile regolare la luminosità dello schermo, il volume della suoneria e la ricezione di chiamate/messaggi/notifiche in base a dove ci troviamo.

Via | AppleInsider | AppleInsider

L’ufficio di Marchi e Brevetti degli Stati Uniti ha recentemente concesso ad Apple la paternità di due brevetti molto importanti….

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.