Vendite più veloci di sempre: negli Stati Uniti preordini per iPhone 5 sold out in meno di un’ora! [AGGIORNATO]

Oggi in USA si sono aperti i preordini per assicurarsi l’iPhone 5 prima della data di lancio. In meno di un’ora sono state esaurite tutte le unità messe a disposizione da Apple per i preordini.

I preordini per l’iPhone 5 sono partiti alla mezzanotte americana di quest’oggi. Se per l’iPhone 4S ci vollero 22 ore per terminare le scorte riservate ad i preordini e per l’iPhone 4 ce ne sono volute invece 20, l’iPhone 5 ha battuto tutti i record. Già 60 minuti dopo la mezza notte era tutto sold out!

Terminate le scorte per i preordini,  l’Apple Store Online ha mostrato le date di spedizione aggiornate. La disponibilità è passata a 2-3 settimane, perciò chi voleva essere tra i primi ad accaparrarsi il nuovo gioiellino Apple ora sarà costretto a mettersi in fila al day one, che in USA avverrà il 21 Settembre.

Se la richiesta di iPhone 5 mantiene questi livelli, il nuovo smartphone ha tutta la probabilità di battere i record precedenti del colosso di Cupertino. Nonostante alcuni si dicano delusi dall’iPhone 5, le vendite non assecondano questo fantomatico malcontento. L’iPhone 5 non è ancora ufficialmente quì, ma si è già imposto prepotentemente nel mercato mondiale degli smartphone.

AGGIORNAMENTO: Natalie Kerris, portavoce di Apple, ha espresso tutto il suo stupore per l’inaspettato successo raggiunto dai preordini:

I pre-ordini dell’iPhone 5 sono stati incredibili. Siamo stati assolutamente sorpresi dalla risposta dei clienti.

 Via | Techcrunch

Oggi in USA si sono aperti i preordini per assicurarsi l’iPhone 5 prima della data di lancio. In meno di…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: