In Evidenza
Ultime Notizie

iPhone 5: Le mie prime impressioni



Dopo una giornata passata praticamente sui treni (questa mattina per andare a Venezia a fare un esame e poi di corsa per Milano), finalmente anche io ho avuto modo di mettere le mani sul nuovo iPhone 5. Sono poche ore che lo possiedo e già mi piace più di quanto credessi e, detto da me che sto sostenendo Samsung da qualche mese, è veramente molto!

Chi mi segue su Twitter saprà che il design, prima e dopo la presentazione, non era per me quello appropriato per iPhone. Bazzeccole. Visto dal vivo è tutta un’altra storia! Fortunatamente, sebbene mi sia espresso negativamente più di qualche volta, ho sempre cercato di lasciare a questo momento il mio giudizio definitivo su questo nuovo melafonino.

Aprendo la scatola ci si trova di fronte ad un dispositivo che sembra infinito. L’altezza spaventa un po’, veramente, eppure in mano è eccezionale. Non vi preoccupate, l’effetto “telecomando” svanisce man mano che prendete confidenza con il nuovo iPhone.

Lo schermo è limpido e si vede veramente molto bene. Ho letto che stamattina in molti hanno avuto problemi con la versione nera, quella che ho deciso di acquistare io, a causa di qualche graffio in superficie. Fortunatamente sono stato graziato e iPhone non ha alcun difetto estetico attualmente riscontrato.

Ho usato, come detto, iPhone per un paio d’ore. Ovviamente grazie all’HotSpot di iPad. C’è chi infatti si è dilettato a tagliare la propria microSIM; io, dopo una brutta esperienza che ho avuto due anni fa, preferisco evitare. Giusto per aprire una parentesi (che magari può dirigervi in una scelta piuttosto che un’altra), quando uscì iPad 2, mi trovavo a Roma per il consueto live. Il giorno seguente andai in un reseller, vicino Piazza Bologna: un ragazzo arrivò piangendo, il suo iPhone non gli faceva più estrarre la SIM. Aveva tagliato la SIM in microSIM e si era incastrata. Apple ovviamente non gli ha fornito assistenza gratuita, quindi consiglio a chi non vuole incappare in qualche brutto inconveniente di tenersi un bell’iPhone-iPod touch per la prossima settimana.

Chiudendo questo excursus, esteticamente iPhone è molto gradevole, l’alluminio posto sul retro è fantastico al tatto.

iPhone pesa veramente poco, nulla in confronto ai suoi predecessori e anche le dimensioni ridotte in spessore possono confondere l’utente. Io non sapevo veramente come impugnare iPhone, non pareva di averlo in mano! Questo è sicuramente molto importante, visto che fino a qualche mese fa si credeva che solo Samsung, con l’S3, avesse creato uno smartphone di dimensioni elevate ma dalla massima portabilità. Ovviamente l’escamotage dell’azienda coreana è stato l’utilizzo della plastica che, sebbene molto pregiata e resistente (e qui scatenerò l’ira degli Apple addicted), rimane comunque plastica.

Passiamo oltre, jack delle cuffie sulla parte sottostante. Ottimo per quando si ascolta musica, meno per quando si scrivono messaggi o si usa il telefono: purtroppo il mio palmo continuava a sbattere o comunque appoggiare sul cavo delle cuffie.

Le App si aprono molto molto velocemente e la forza del nuovo processore sembra dare i propri frutti. Purtroppo ancora non ho provato molte applicazioni ma, quelle poche funzionavano bene.

Bande nere. Piccola pecca, questa: se infatti in molti affermano che questo sia un vantaggio, io non riesco effettivamente a vederlo come tale. È vero, i developer che non hanno voglia di adattare la propria applicazione al nuovo display non la vedranno stretchata e deformata, però le bande sopra e sotto (soprattutto su iPhone bianco) non sono molto gradevoli. Allo stesso modo, Apple ha detto che non bisognerà ridisegnare la propria applicazione, ma basterà aggiungere degli elementi sopra e sotto. 

Purtroppo mi trovo discordante anche da questo punto di vista, perchè una bella App, a meno che non sia una a “discesa” (tipo Twitter per intenderci), non può non occupare tutto lo spazio. Sicuramente chi vuole occupare spazio, cerca di aggiungere nuove funzioni che magari prima non ci stavano e, come per magia, ecco l’applicazione riscritta appositamente per iPhone 5.

Queste le mie prime impressioni. Non molte, non tutte positive, eppure so che ci sarà spazio per dare maggior risalto a pregi e difetti di questo telefono. Per ora posso solo dirvi che lo proverò al meglio delle mie possibilità, per fornirvi una review degna di questo nome.

Vi lascio qualche immagine di confronto anche con iPhone 2G. Spero di fare qualche altra foto più bella e con luce naturale, che ovviamente condividerò con voi appena possibile.

Ultima cosa: sebbene in ritardo, anche io ho deciso di fare il mio unboxing. Più tranquillo, a casa e con una telecamera fissa. Ditemi che ve ne pare!

Dimenticavo: se domani sarete all’inaugurazione dell’Apple Store di Lonato, io sarò presente e magari potrò togliervi qualche dubbio dal vivo.












Quick Apps - recensioni veloci delle ultime App per iPhone!
quickapp_hover
icon120_863440958
Grand Tour Project
quickapp_hover
icon120_896108009
MotorLife
quickapp_hover
icon120_774649134
MusiCall FM
quickapp_hover
icon120_727067922
Calcio 2014-2015
quickapp_hover
icon120_906544665
Woo Woo The Game
quickapp_hover
icon120_915924224
3D Stickers Animati