Apple prova ad assumere ex-dipendenti di Google Maps per migliorare le proprie Mappe?

Per migliorare il servizio di mappatura che Apple ha lanciato insime ad iOS 6, sono stati assunti alcuni ex dipendeti di Google Maps, che negli scorsi mesi hanno abbandonato i progetti di Google, secondo un report di TechCrunch.

Apple si sta impegnando per risolvere un problema che ormai si porta dietro da alcuni mesi: infatti, dalla WWDC 2012 (evento in cui Apple ha presentato iOS 6) il nuovo applicativo utile per la navigazione turn-by-turn, non è mai stato competitivo come quello di Google ma i margini di miglioramento sono tanti. Negli scorsi giorni, l’azienda di Cupertino ha pubblicato alcuni annunci che offrirebbero diversi posti di lavoro per coloro che hanno conoscenze nel campo delle mappe, della cartografia e nell’integrazione di foto satellitari.

Secondo dei rumors, pare che Apple stia cercando di assumere diverse persone che negli scorsi anni hanno lavorato per Google nel campo delle mappe.

Una fonte sconosciuta, ha comunicato al giornalista Darrell Etherington che:

Molti ex-dipendenti Google, che hanno visto il proprio contratto scadere, hanno abbandonato il lavoro anche perchè erano già stati contattati da Apple. Pare che l’azienda di Cupertino paghi bene queste persone, offrendo circa 85.000$ annuali. Gli ex operatori di Google Maps, sanno bene quanti e quali dati siano importanti per sviluppare una buona applicazione di mappe.

Via | TechCrunch

Per migliorare il servizio di mappatura che Apple ha lanciato insime ad iOS 6, sono stati assunti alcuni ex dipendeti…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.