Merge si aggiorna e introduce il supporto per biteSMS e le App di terze parti | Cydia

Quando “messaggiate” utilizzando iMessage, se il vostro interlocutore ha più contatti (uno o più indirizzi mail, numero di telefono) potrebbero venirsi a creare più conversazioni all’interno dell’applicazione. Merge risolve questo antipatico problema sia nell’App Messaggi sia nelle App di terze parti.

  

Vi avevamo presentato Merge in una nostra recensione e complessivamente avevamo espresso un giudizio positivo, ma come molti di voi hanno fatto notare il giudizio andava rivisto perché non integrava il supporto a biteSMS ed altre App. Qualche giorno fa Merge è stato aggiornato e adesso funziona anche all’interno di biteSMS, Messages+ e IntelliScreenX. Le novità nel dettaglio sono:

  • Aggiunto il supporto alle App di terze parti che utilizzano i messaggi (tra le quali quelle sopracitate)
  • Risolto un problema che si verificava raramente: background mancante quando si utilizzavano i temi
  • Risolto un problema che si verificava occasionalmente: passando da iMessage ad SMS, o viceversa, capitava che venisse usato il servizio sbagliato
  • Migliorato il supporto per i temi (per i dettagli rifarsi al file Readme che trovate in /Library/Application Support/Merge/Merge.bundle)
 

Come già sottolineato, la novità più importante e desiderata riguarda il supporto con le App di terze parti. Con la versione 1.1 potrete godere delle funzioni di Merge anche all’interno di biteSMS, Messages+, IntelliScreenX. Quindi non possiamo che confermare il nostro giudizio positivo.

Vi ricordiamo che Merge è disponibile nella repository di BigBoss (ultima versione 1.1) al prezzo di 1,49$ ovvero circa 1,20€. Potete installarlo su qualsiasi iDevice Jailbroken con iOS 5.0 o superiore, ma non è ancora compatibile con iOS 6.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: