Tutto su Fusion Drive, il nuovo sistema di storage pensato da Apple

Durante l’evento speciale di Apple, Phil Schiller ha presentato ufficialmente l’aggiornamento di tutta la divisione Mac con un nuovo MacBook Pro da 13 pollici con retina display, Mac Mini e i nuovi sottilissimi iMac, i quali implementano Fusion Drive. Di cosa si tratta?

Per la nuova linea di iMac, gli utenti possono scegliere il tipo di storage che più preferiscono ed in particolare oltre alla classica unità magnetica i nuovi Mac puntano molto sulla velocità fornita dai dischi allo stato solido (SSD). Tuttavia Apple ha deciso di introdurre una nuova opzione chiamata Fusion Drive.

Fusion Drive rappresenta il perfetto compromesso tra le perfomance tipiche delle memorie Flash e la capacità dei classici Hard Disk. Fusion Drive permette quindi, sui nuovi iMac, l’integrazione di un dispositivo di memorizzazione unico che rappresenta la fusione tra un disco da 128 GB SSD e un hard disk da 1 TB o 3 TB.  Tali memorie sono incorporate all’interno di una unica unità, la quale permette elevate velocità di scrittura e lettura.

Con questa nuova unità e grazie all’impiego di Fusion Drive, strumento software del sistema operativo, sarà possibile mantenere le cosiddette Core applications e il sistema operativo sulla memoria SSD, mentre i documenti staranno sull’Hard Disk. Applicazioni come Aperture sono aperte 3,5 volte più velocemente se presenti sulla memoria SSD. Fusion Drive è inoltre in grado di capire automaticamente e continuamente quali sono le applicazioni più utilizzate e quelle che richiedono di utilizzare la memoria Flash anzichè l’HDD.

In breve:

Fusion Drive è un’innovativa nuova opzione di archiviazione che offre ai clienti le prestazioni dello storage flash e la capacità di un disco rigido. Combina 128GB di flash con un disco rigido standard da 1TB o 3TB per creare un singolo volume di archiviazione capace di gestire intelligentemente i file ottimizzando le prestazioni in lettura e scrittura. Fusion Drive si adatta al modo in cui l’utente usa il proprio iMac e sposta in automatico i file e le app utilizzati più spesso nella memoria flash, permettendo un accesso più veloce e migliori prestazioni.

Durante l’evento speciale di Apple, Phil Schiller ha presentato ufficialmente l’aggiornamento di tutta la divisione Mac con un nuovo MacBook…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.