JVC EX-S1: suono, qualità e design vanno di pari passo | iSpazio Product Review

Oggi ci occupiamo di parlare di un prodotto che si colloca nel settore dei piccoli sistemi Hi-Fi, una categoria di prodotti interessante sia per la qualità del suono offerto sia, spesso, per la qualità costruttiva, il design e la cura infusa nella realizzazione. Si tratta, nello specifico, dell’unità EX-S1 prodotta dalla nota casa giapponese JVC. Di seguito, tutte le nostre approfondite impressioni.

JVC EX-S1 è un sistema audio compatto e visivamente molto gradevole presentato da JVC nel tardo 2011. Si tratta di un sistema multi-blocco, costituito da una unità centrale in plastica e due altoparlanti in legno dal peso di 2 KG ciascuno.

All’interno della confezione troviamo un telecomando con batterie incluse, i cavi di collegamento delle casse, numerosi manuali per venire incontro alle esigenze delle diverse nazionalità (quello italiano è presente) e due antenne per la radio, una di tipo normale (un normalissimo filo) e un’altra a telaio.

Sicuramente alla JVC non hanno dimenticato di soffermarsi sul design: l’unità si presenta molto bene, con un basso profilo che permette al tutto di inserirsi ovunque senza problemi. I tre blocchi presentano la medesima profondità: ciò rende possibile il posizionamento di essi come un lungo, unico blocco.

L’impatto visivo è senz’altro buono. In base alla colorazione scelta si avrà un sistema più o meno sobrio/cool (date un’occhiata alla riuscitissima colorazione bianca), ad ogni modo tutte le versioni mantengono un profilo molto elegante, che si abbinerà particolarmente bene ad un salotto arredato con gusto. 

Guardiamo meglio i componenti: il sistema centrale, dal peso poco superiore ai 2 KG, è in plastica, opaca sul bordo superiore, lucida sul frontale e sui lati. Sotto il lettore CD estraibile, troviamo una banda argentata che nasconde un display LED. Il tutto termina con una manopola sferica per il volume, illuminata debolmente da una luce blu che indica quando il dispositivo è in funzione. In basso, troviamo un ingresso AUX e una uscita cuffie, oltre ad una porta USB.

Sulla parte superiore dell’unità troviamo i tasti di funzionamento del device, un piccolo LED di stato che si illumina quando questo è spento e l’apposito spazio Dock per dispositivi Apple, che supporta tutti gli iPod e iPhone dotati di tale connessione. È presente anche una uscita Video Out, che permetterà al dispositivo Apple collegato, qualora sia possibile, di trasferire il segnale video ad un televisore. Il cavo per questa operazione, tuttavia, non è incluso tra gli accessori. 

Spostiamoci sulle casse. Il modello in oggetto dispone di un corpo centrale in plastica, con bordi in legno scuro. Trattandosi di casse di tipo bass reflex monodirezionale, sul retro di ciascuna cassa si può notare il largo foro per la distribuzione dei bassi.

Togliendo le protezioni delle due casse possiamo ammirare i bellissimi speakers: parliamo di due coni in legno da 8 cm, 20 watt di potenza ciascuno con una impedenza di 4 ohm, fattore che permetterà un volume alto anche collegando lettori MP3 non particolarmente brillanti sotto questo aspetto.

Ma un micro Hi-Fi non deve essere soltanto di bell’aspetto. Apriamo una parentesi sulle funzionalità: il sistema può riprodurre musica da CD, CD MP3 e CD WMA, memorie USB e via iPod/iPhone tramite connettività Dock, tramite la quale i dispositivi verranno anche ricaricati. Dispone anche di funzioni Radio AM/FM e di collegamento AUX, per collegare un televisore, un lettore MP3 o il proprio PC.

La nostra prova si è svolta utilizzando un iPhone 4. Il sistema ha interagito perfettamente con esso, mostrando informazioni riguardanti la traccia in riproduzione. Queste appariranno in diversi casi, anche durante lo streaming musicale, come ad esempio via Grooveshark HTML5 (tramite Safari). In tutti i casi sarà possibile gestire le tracce tramite i tasti posti sulla parte superiore dell’unità centrale o tramite il telecomando.

Arriviamo al punto cruciale della review: come suona questo sistema?

Possiamo dire che la qualità costruttiva non si ferma al solo design: l’audio è pulito e dettagliato, e tende a distorcere soltanto agli ultimi gradini di regolazione del volume.

I bassi riprodotti dall’unità sono molto buoni: corposi ma non esageratamente incisivi, in grado insomma di dare la giusta enfasi al brano, a prescindere che sia elettronica spinta o jazz piano e contrabbasso.

I medi, ben presenti, a volte sovrastano in maniera impercettibile toni alti. In questi casi è possibile regolare alcuni parametri del suono in base ai propri gusti, grazie al telecomando incluso (che permette di accedere alle regolazioni di frequenze basse ed alte, ma non medie). Tramite queste semplici impostazioni è possibile rendere l’unità più portata per la musica dance, o per quella acustica e così via.

Il dettaglio del suono ci ha lasciato piacevolmente soddisfatti: l’unità è in grado di comportarsi egregiamente sia nelle piccole feste in casa con gli amici, sia per momenti più “soft”: anche a volume modesto, infatti, il sistema JVC mantiene un livello di qualità sonora molto soddisfacente, non perdendo dettaglio in maniera significativa.

Abbiamo provato anche a collegare una memoria USB contenente alcuni brani musicali: tutto regolare, ma per navigare al meglio tra le cartelle, così come per altre funzioni, è necessario l’utilizzo del telecomando (i comandi fisici dell’unità non sono sufficienti per navigare agevolmente tra le cartelle).

Tra le altre funzioni, abbiamo testato la radio, che non mostra particolari problemi, grazie ai due tipi di antenna che JVC fornisce nella confezione. Ovviamente, è possibile memorizzare le stazioni radio, sebbene il sistema sia in grado di riconoscere le frequenze in cui sono posizionate le stazioni e “bloccarsi” durante la ricerca

Parliamo di prezzi: il micro Hi-Fi JVC EX-S1 ha un prezzo di listino di 499€, ma è possibile trovarlo per la rete a prezzi molto più interessanti. In tal proposito, vi segnaliamo questa temporanea offerta di Kenwoodstore, che svende l’unità alla cifra molto più interessante di 339€ (314 per la versione bianca).

Sui 500€ il mercato del 2012 potrebbe aver offerto prodotti più interessanti, ma sulla fascia dei 350€, il prodotto della JVC risulta interessantissimo, grazie ad una qualità del suono complessivamente convincente, e una cura nel design che difficilmente può essere raggiunta da prodotti concorrenti di pari cifra.

Un acquisto più che consigliato per tutti coloro che vogliono arredare un salotto o altre parti della casa con un accessorio di classe, senza dover salire su cifre proibitive.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: