Nomophobia, una triste realtà in rapido aumento [Video]

Secondo uno studio svolto da alcuni professionisti della salute mentale, è questo l’ultimo disturbo che affligge milioni di americani: Nomophobia, ovvero la paura di rimanere senza il proprio smartphone.

Un fenomeno così in rapida ascesa tanto da aver obbligato i medici a creare un vero e proprio programma di recupero in un centro di riabilitazione in California: Morningside Recovery, una struttura di Newport Beach offre un programma specifico per il trattamento di pazienti che non riescono a stare lontani dal proprio telefono.

La dottoressa Elizabeth Waterman, una terapeuta di Morningside, ha dichiarato:

Gli studi dimostrano che due terzi della popolazione soffre di nomophobia. Da un paio d’anni questo fenomeno è aumentato del 13%, di pari passo con la rapida evoluzione della tecnologia e dei dispositivi mobili.

Secondo il sito di Morningside, la nomophobia (no-mobile-phone-phobia) si riconosce quando:

  • Si mette spesso una mano sopra la tasca dove è situato solitamente il proprio telefono
  • Si utilizza lo smartphone spesso, anche in luoghi inappropriati
  • Si controlla costantemente la durata della batteria per paura di rimanere senza nel momento del bisogno
E voi? controllate spesso il vostro iPhone?

Via | MacLife

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: