Android supera Symbian e diventa il sistema operativo più diffuso in Italia

I dati Nielsen del terzo trimestre 2012 rilasciati pochi giorni fa indicano uno scenario prevedibile: Symbian non è più il sistema operativo più diffuso negli smartphone italiani, soppiantato da Android che raggiunge il 36% dell’intero mercato. Il settore degli smartphone è in crescita ormai da due anni, il 56% degli utenti di telefonia mobile infatti ne possiede almeno uno.

Continua la crescita degli utenti smartphone in Italia anche se in questo trimestre è stata meno netta rispetto agli anni passati. Ormai l’Italia ha raggiunto una struttura di mercato più simile a quella degli Stai Uniti e del resto dell’Europa. Il fenomeno, come ci spiega Andrea Valadè (Telecom Practice Manager di Nielsen Italia), è “il risultato di trend radicalmente opposti tra tutte le piattaforme coinvolte”.

Infatti se da una parte si ha una crescita inarrestabile per Android che in un solo anno passa dal 10 al 36%, dall’altra c’è il progressivo fallimento di Symbian che rispetto ai risultati del terzo trimestre dell’anno scorso ha perso 30 punti percentuali, con un processo che indubbiamente non si fermerà presto. Symbian, vittima anche del graduale passaggio di Nokia a Windows Phone, perderà molto probabilmente ulteriori quote di mercato nei prossimi trimestri fino a venire abbandonato praticamente del tutto.

iPhone resta stabile rispetto all’anno passato con un quota di mercato intorno al 10%, mentre va bene Windows Phone, che riesce a far registrare il suo primo risultato trimestrale positivo nel Bel Paese.

Per la prima volta dunque Symbian non è al comando nel mercato dei sistemi operativi mobile in Italia, un “cambio di leadership storico”, come riporta la stessa Nielsen Italia. Se da una parte sono i giovani a spingere il mercato, dall’altra i prezzi degli smartphone, sostanzialmente più accessibili  negli ultimi anni, hanno dato un contributo notevole. Infatti il 39% dei possessori di device Android ha meno di 34 anni e dichiarano praticamente in coro di “spendere la metà per il proprio device rispetto a chi possiede iOS”.

Al crescere del mercato degli smartphone cresce anche la diffusione dei servizi su reti mobile: le crescite maggiori sono state registrate nell’uso di applicazioni, di servizi di messaging online e nel mobile commerce.

Via | NielsenItalia