Steve Jobs: Toy Story rappresenta la grafica digitale nella storia della cinematografia [Video]

Un discorso di Steve Jobs, pubblicato oggi da MacRumors, precedente all’uscita nelle sale di Toy Story ci fa capire l’importanza della Pixar nel mondo dei film con grafica digitale, ma ancor di più l’importanza dell’acquisto da parte di Steve Jobs. Prima dell’intuizione dell’ex CEO di Apple la Pixar si occupava semplicemente di realizzare animazioni in “computer grafica” per conto della LucasFilm.

Steve Jobs ha comprato la Pixar dalla LucasFilm nel 1986 per 10 milioni di dollari. Vent’anni dopo la Disney ha dovuto sborsare 700 volte il valore iniziale per farla propria: esattamente 7,4 miliardi di dollari. Il motivo di una crescita così disarmante è dovuto alla serie di lungometraggi interamente prodotti in computer grafica tridimensionale di cui la Pixar è stata la pioniera assoluta. Jobs ritiene l’intuizione della computer grafica, nota anche come grafica digitale, alla pari di quelle del suono e dell’uso dei colori.

Voglio spendere due parole riguardo ad un posto nella storia. La community che si è occupata della computer grafica ha fatto enormi progressi negli ultimi 20 anni, ogni esponente in piedi sulle spalle dell’altro ha cercato di arrampicarsi su un castello. Finalmente noi abbiamo scavalcato il muro di quel castello, e siamo al suo interno adesso con Toy Story e penso che questo sia un obiettivo di cui chiunque in questa stanza sarebbe orgoglioso se ne fosse stato il creatore.

E dovremmo dedicare due minuti a considerare il contributo che stiamo dando proprio oggi, in occasione del centenario dell’invenzione del cinema. Io credo davvero che stiamo aprendo la strada ad una nuova costola della cinematografia. Quello che stiamo facendo sta per diventare un media a sé stante, è una cosa che potrebbe avere delle potenzialità uniche di cui ad oggi non concepiamo i confini, e che probabilmente capiremo solo fra moltissimi anni

Queste sono indubbiamente le parole di un visionario, di qualcuno che vede le cose in maniera assolutamente proiettata al futuro. Non c’è voluto molto per concretizzare quanto detto e sono molti i prodotti che hanno suscitato polemiche in fase di presentazione.

Proprio negli ultimi anni abbiamo vissuto il boom dei tablet avuto esclusivamente grazie ad iPad. Dopo la presentazione, in cui lo stesso Jobs stava seduto su una poltrona ad armeggiare con il suo tablet in mano, stavamo tutti a chiederci a cosa sarebbe potuto servire un oggetto simile. Ad oggi il mercato dei tablet, che ha visto iPad occupare per anni oltre il 90% del market share, rischia di superare quello dei computer desktop.

Toy Story, tornando al discorso del video, divenne un blockbuster, incassando oltre 360 milioni di dollari. Prima del titolo della Pixar la computer grafica veniva usata solamente per cortometraggi e per la realizzazione degli effetti speciali dei film nelle scene d’azione. Dal 1996 ad oggi i lungometraggi realizzati interamente in computer grafica si sprecano, e spesso occupano i primi posti nelle classifiche dei box office di tutto il mondo. Lo scorso Novembre la Pixar ha dedicato a Steve Jobs la sua sede principale.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: