In Cina due cellulari su tre sono Android, solo il 5% di mercato per iPhone

Android detiene i due terzi del mercato cinese ed è in rapida ascesa in quello di pari importanza statunitense. Sembra quindi che nonostante i numeri di iPhone 5 e del modello precedente, Apple non sia in grado a scalzare il predominio di Google in un mercato fortemente competitivo come quello cinese.

iphone-cina-appk

L’ultima ricerca di Informa Telecoms & Media ha confermato l’andamento generale del mercato in Cina degli ultimi periodi. I cinesi preferiscono Android, per via della sua diffusione ormai capillare in innumerevoli salse. La Cina rappresenta per Android il suo mercato più grande, e un terzo degli smartphone con il sistema operativo di Google venduti nel 2012 appartengono al territorio cinese.

Quello statunitense è il secondo mercato per Android, in ordine di unità vendute, con l’11% dell’intero market share. Secondo Informa, la crescita esponenziale di Android lo vedrà ricoprire almeno il 50% del mercato americano entro la fine del 2013.

Nonostante la crisi economica, il mercato globale degli smartphone non conosce tregua e i consumatori sono disposti a spendere di più per avere il gadget tecnologicamente più evoluto. Abbiamo calcolato che nel corso del 2012 sono stati venduti 786 milioni dispositivi (includendo però anche quelli che hanno versioni di Android non certificate, che spopolano letteralmente in Cina), il 45% in più rispetto all’anno precedente.

Di contro Apple e Microsoft ricoprono quote di mercato risibili, rispetto a quelle del colosso di Mountain View, rispettivamente del 5 e dell’1%. Secondo Informa la situazione potrebbe migliorare per Windows Phone, grazie all’accordo fra Nokia e China Telecom. Le quote di iPhone sarebbero destinate a diminuire nel caso in cui Apple non presenterà una versione dello smartphone con il supporto alle reti TD-LTE espressamente pensata per il mercato cinese.

Inoltre, sempre secondo la società d’analisi Informa, la domanda per i dispositivi Android crescerà significativamente anche negli Stati Uniti nel 2013, mettendo a repentaglio anche le vendite di iPhone. Infatti se da una parte Apple tende a modificare di anno in anno l’hardware dei propri dispositivi, dal punto di vista del software siamo fermi, almeno per quanto riguarda l’interfaccia grafica, da ben sette anni.

Questo aspetto, secondo Informa, potrebbe convincere anche i più incalliti utenti Apple a passare alla concorrenza. iPhone infatti potrebbe vendere meno nel 2013 rispetto a quanto fatto nell’anno in corso, passando dalle 35,5 milioni unità del 2012 alle 34 milioni del 2013, nel solo territorio statunitense.

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: