Apple inizia la costruzione di un immenso stabilimento negli Stati Uniti. I prossimi dispositivi saranno prodotti proprio lì?

Lo scorso Luglio Apple aveva acquistato un terreno di dimensioni importanti nei dintorni del suo campus ad Austin, in Texas. In seguito la società di Cupertino ha investito 304 milioni di dollari per incrementare le sue operazioni nella città del Texas. Oggi sembrano chiare le intenzioni di Apple: realizzare un edificio  che coprirà 100.000 metri quadrati che offrirà quasi 4000 posti di lavoro.

apple-sign-484

Sul terreno di oltre 150.000 metri quadrati che Apple ha acquistato sul suolo di Austin, in Texas, probabilmente sorgerà un edificio che ne occuperà quasi 100.000. Non si sa ancora esattamente a quale funzione sarà destinata la nuova costruzione, probabilmente ad incarichi d’ufficio, secondo quanto riportato da Wired.

La Apple ha gestito un centro operativo in Austin ormai da anni. Già nella sola città vanta di 3500 dipendenti fra ingegneri hardware, personale di supporto e impiegati operativi. La nuova costruzione aggiungerà circa 100.000 metri quadrati di uffici a quelli già esistenti, che potrebbe portare all’assunzione di altri 3600 dipendenti nei prossimi 10 anni.

I nuovi lavori saranno probabilmente destinati ad accogliere nuovi uffici per la contabilità, le risorse umane e per altri aspetti finanziari. Questa base non è assolutamente da confondere con la sede principale a Cupertino dove Jonathan Ive guida la creazione e la progettazione dei nuovi dispositivi. Il campus ad Austin sarà più simile ad una classica (enorme) sede per gli uffici operativi dell’azienda.

Apple intende completare i lavori entro il 2021, spendendo complessivamente una cifra intorno i 287 milioni di dollari, invece dei 304 precedentemente pattuiti.

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: