Nuove speranze per l’iPhone low-cost?

Sono sempre più discordanti le voci su un possibile iPhone low-cost, che dovrebbe aggredire le fasce di mercato più economiche. Dopo le dichiarazioni perentorie di Schiller dei giorni scorsi sembrava che tutte le speranze fossero perse, ma probabilmente non è così.

048523-121024-schiller

Schiller aveva dichiarato qualche giorno fa che Apple non avrebbe mai sacrificato la qualità dei propri prodotti per produrne di economici. Questa affermazione arrivava dopo un periodo di incessanti indiscrezioni a riguardo di un possibile iPhone low-cost che avrebbe raggiunto i mercati emergenti. Fra le fonti che riportavano questa notizia anche il Wall Street Journal, di certo non l’ultimo arrivato nel mondo dell’informazione.

Sembra però che sia stato ritirato l’articolo di Reuters riguardo la dichiarazione di Schiller allo Shangai Evening News, in quanto “aggiornato con sostanziali modifiche ai suoi contenuti”, e non saranno dati ulteriori ragguagli.

È una situazione da ponderare con le dovute cautele, visto che potrebbe avere svariati significati fra cui possibili errori nell’interpretare le parole di Schiller da parte del servizio informativo cinese. È possibile inoltre che Reuters abbia scoperto che parti dell’intervista fossero inesatte, o addirittura inventate.

Il tutto resta un mistero e non possiamo, purtroppo, confermare nulla di quanto ipotizzato. L’esecuzione dell’intervista è stata confermata da fonti accurate come The Next Web, ma restano i dubbi su quelle che siano state le vere parole di Schiller.

Sappiamo comunque che Apple non rivela mai i dettagli sui prossimi dispositivi prima della loro presentazione ufficiale in conferenze appositamente allestite, quindi di certo non ci saremmo mai aspettati conferme da parte del dirigente della società di Cupertino.

Via | CultOfMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: