Risultati deludenti nei primi benchmark del prossimo Galaxy S4

Proprio ieri Jacobs, CEO di Qualcomm, aveva riportato frasi pesantissime sui nuovi Exynos 5, che venivano pubblicizzati come processori octa-core in maniera ingannevole da Samsung. Sono apparsi in rete i primi benchmark di Galaxy S4 ed i risultati non sono molto confortanti per gli appassionati del colosso sudcoreano.

image7-1

Gli appassionati di Samsung devono aspettarsi prestazioni in linea con le tecnologie attuali per la prossima generazione di Galaxy S. È quello che si evince dai risultati apparsi su SamMobile del benchmark AnTuTu appartenenti al dispositivo SHV-E300S, la versione americana del GT-I9500, commercializzato come Samsung Galaxy S4.

Questo screen viene dopo la dura dichiarazione di Paul Jacobs, CEO di Qualcomm, in cui dichiara che gli Exynos 5 presentati dal colosso sudcoreano sono in realtà dei quad-core, camuffati da octa-core. In effetti il nuovo SoC di Samsung, come è stato spiegato in fase di presentazione, riesce ad utilizzare solo quattro core contemporaneamente, scegliendo i più performanti, basati su Cortex-A15 solamente quando è richiesto il massimo della potenza.

La CPU dovrebbe avere una frequenza di 1,8GHz, mentre la fonte riporta la possibilità di avere una GPU Mali-T658, in contrapposizione con le ultime indiscrezioni che volevano il prossimo Galaxy S4 con una GPU PowerVR di Imagination Technologies.

Se il test dovesse verificarsi veritiero, le prestazioni complessive dovrebbero essere parecchio simili a quelle che si riescono ad ottenere ad oggi con i terminali basati su SoC Snapdragon S4 Pro e quindi non troppo dissimili da quelle di iPhone 5.

Il test è stato realizzato su Android 4.2.1 che potrebbe essere la dotazione di base con cui sarà venduto il nuovo top di gamma di Samsung.

Via | SamMobile

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: