Il CEO di Google parla dei progetti futuri per Motorola

Come ben sappiamo, alcuni mesi fa Google ha acquisito Motorola per 12 miliardi di dollari. L’azienda non stava andando molto bene e per Google è una grande sfida riportarla ad un’azienda performante. Larry Page ha fatto il punto della situazione con Motorola.

Motorola

La notizia dell’acquisizione di Motorola da parte di Google è ormai vecchia di alcuni mesi, ma è proprio adesso che si inizia a fare sul serio. Motorola è infatti stata oggetto di numerosi interventi strutturali negli ultimi mesi: è stata ad esempio venduta la divisione Home dell’azienda, alla quale Google non era interessata. Per quanto riguarda invece la divisione Mobility, essa è sempre stata in perdita, seppur negli ultimi tempi sia migliorata.

Larry Page, in particolare ha affermato che il lavoro da fare con Motorola inizia ora. Infatti, adesso che sono stati sistemati i vari rami aziendali, ci si può concentrare sui progetti futuri e sui dispositivi da mettere in commercio. L’amministratore delegato di Google crede che ci sia molto lavoro da compiere per migliorare la batteria dei dispositivi, in quanto è impensabile che la gente si lasci condizionare le giornate dalla loro durata.

I primi telefoni lanciati sul mercato da Motorola dopo l’acquisizione, sono stati il Razr M ed il Razr HD, dispositivi già programmati tempo addietro. Google però non sembra voler continuare su questa linea di dispositivi, in quanto più volte si è vociferato di un X Phone in ceramica e con uno schermo pieghevole.

Google dovrà quindi fare le cose in grande per il nuovo debutto di Motorola sul mercato, proponendo qualcosa di veramente innovativo. Larry Page ha poi concluso dicendo:

Nel mondo di oggi le possibilità sono infinite. Il modo migliore per predire il futuro è viverlo

Via | The Verge