Apple guadagna più di un miliardo di dollari per mantenere Google come motore di ricerca predefinito su iOS

Apple e Google sono due aziende ultimamente in contrasto fra di loro, ma i loro accordi prevedono ad entrambi di sfruttare le piattaforme altrui pur di generare enormi profitti. Vediamo assieme gli accordi che esistono fra le due società.

IMG_0009_large_verge_medium_landscape

Un report di Morgan Stanley intitolato “The Next Google is Google”, l’analista Scott Devitt ha stimato che Google paga una cifra intorno al miliardo di dollari per garantire la presenza di Google Search come motore predefinito di ricerche su Safari Mobile dei dispositivi iOS.

Un accordo simile, secondo l’analista, risulterebbe di beneficio ad entrambe le aziende, sia Google che Apple, nonostante la loro conflittualità comprovata. La cifra di un miliardo l’anno di certo non è strategica, o estremamente importante per Apple, che nel solo ultimo trimestre ha totalizzato 13 miliardi di dollari di utile (su oltre 50 di fatturato), ma rappresentano un introito garantito senza alcuno sforzo di realizzazione.

Google, di contro, ha totalizzato meno di 3 miliardi nello scorso trimestre, ma circa l’80% dei suoi guadagni derivati dalle piattaforme mobile dal 2008 al 2011, sono dovute esclusivamente ai dispositivi iOS di Apple.

Morgan-Stanley-Google-TAC-130210

La stessa stima mostra che Google paga circa 300 milioni di dollari a Mozilla per garantire la presenza di Google Search come motore predefinito all’interno del suo browser Firefox.

Pertanto il conflitto fra Apple e Google c’è realmente? Forse si, ma solo dove c’è una convenienza pragmatica, altrimenti diventano magicamente grandi amici!

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: