Wozniak: Apple dovrebbe considerare l’apertura agli altri ecosistemi

In una lunga intervista con Bloomberg il co-fondatore di Apple, Steve Wozniak, ha discusso sulla situazione altalenante in borsa del colosso di Cupertino. Secondo il grande esponente della Silicon Valley, Apple dovrebbe abbandonare la sua concezione di brand premium ed “abbassarsi” agli altri ecosistemi.

steve-wozniak

Apple dovrebbe riconsiderare il suo status di brand premium ed aprirsi agli altri ecosistemi. È questo che pensa Steve Wozniak e lo riferisce durante la sua lunga intervista con Bloomberg. Oggi non solo Apple non risulta così “attraente”, ma dovrebbe assolutamente abbandonare questa visione dell’informatica.

“Una volta avevamo questi spot, ‘Sono un Mac’ e ‘Sono un PC’ e il Mac era sempre il ragazzo più attraente.”, afferma Wozniak durante l’intervista. “E questo fa male, perché stiamo perdendo questa concezione da parte degli utenti.”

Secondo Wozniak, Apple dovrebbe iniziare ad aprire iTunes anche agli altri ecosistemi mobile, fra cui anche Windows Phone e l’acerrimo rivale Android, di Google. Il luminare dell’informatica dei tempi d’oro si aspetta un boom nelle vendite di Windows Phone ed il passaggio di BlackBerry al sistema operativo Android.

Tuttavia, Wozniak sembra essere entusiasta dei rumors che riguardano iWatch. Con un leggero affinamento delle qualità di Siri, potrebbe essere veramente un ottimo prodotto, poi continua: “Apple è in grado di mantenere intenso e costante il lavoro dei propri ingegneri, così non c’è bisogno di tirar fuori un prodotto prima del tempo senza che sia stato realmente completato.”

Steve Wozniak dalla morte di Jobs è sempre stato un po’ duro nei confronti della società di Cupertino. Quanto possono essere fondate le sue teorie? Secondo voi Apple aprirà iTunes agli ecosistemi della concorrenza?

Via | AppAdvice

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: