[MWC] PowerTrekk ricarica i device tramite celle combustibili ad acqua [Video Hands-on]

Al MWC 2013 di Barcellona stiamo vedendo molte innovazioni per quanto riguarda il mondo mobile, e tra queste oggi vi mostriamo il PowerTrekk Changer, il primo caricatore per smartphone e tablet che funziona grazie alle celle combustibili alimentate ad acqua.

slide8

L’azienda MyFC ha ideato questo speciale dispositivo, il cui funzionamento è basato su una fonte non consueta per quanto riguarda l’elettronica, ovvero l’acqua. Il caricatore PowerTrekk grazie ad un particolare meccanismo basato sul caricamento di un apposita “cartuccia” con normalissima acqua, è in grado di ricaricare la batteria del proprio device.

Le cartucce hanno una durata di tre ore circa, arco temporale in cui potrete ricaricare i vostri dispositivi. Il loro costo si aggira dai 3 ai 5 dollari, visto che l’accessorio non è ancora disponibile in Europa. Il caricatore ovviamente è portatile, e consente la ricarica tramite porta USB come potete vedere nella foto qui in basso:

slide7

Tecnicamente parlando, l’energia prodotta dal caricatore deriva dalla reazione chimica scaturita dall’incontro tra siliciuro di sodio ed acqua. Questo determina la produzione di idrogeno che viene convertito, sfruttandone la pressione, in energia elettrica tramite una speciale membrana.

Ora vi mostriamo il video Hands-on realizzato direttamente dallo stand MyFC del MWC di Barcellona:

Tale dispositivo, mira sostanzialmente a creare una valida alternativa alla modalità di caricamento tradizionale dello smartphone e cercare di ovviare al problema della durata della batteria, cercando di mantenere il device sempre carico. Il PowerTrekk come già anticipato, non è ancora disponibile in Europa, ma il costo sembra abbastanza elevato: si parla di 200/300 dollari.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: