Il nuovo iWatch monterà iOS ma ci sono ancora dei problemi sulla batteria | Rumor

Secondo le ultime indiscrezioni, il tanto discusso iWatch non monterà una versione “ad-hoc” di iOS, bensì una versione completa, solamente riadattata alle dimensioni del device. Il prodotto sembra in dirittura d’arrivo, ma ci sono ancora alcuni punti critici da risolvere, come ad esempio la durata della batteria.

108226-640

Le fonti confermano che oltre 100 ingegneri stanno attualmente lavorando al progetto “iWatch”, e che il nuovo device monterà un iOS completo, e non limitato solamente ad alcune funzioni specifiche. Il sito infatti scrive che:

Tutto ciò è perfettamente in linea con il progetto del nuovo orologio, il quale è guidato da Ive con circa 100 ingegneri ai suoi comandi. È interessante notare come Apple abbia deciso di optare per una versione ridisegnata del classico iOS, senza riprendere direttamente il sistema presente sull’iPod Nano di sesta generazione.

Come vi abbiamo più volte ribadito, Apple punta molto su questo progetto, ma ci sono alcuni problemi da risolvere prima di presentare il device. Il più importante è certamente la durata della batteria che, sempre secondo le indiscrezioni, non raggiunge i due giorni di utilizzo. Questo non rispecchia le aspettative della società, la quale si è posta come obbiettivo la durata di 4-5 giorni.

Per risolvere questo, assieme ad altri piccoli problemi, il lavoro da fare è ancora tanto. Gli ingegneri sono all’opera, e secondo Bloomberg, il nuovo iWatch potrebbe essere presentato alla fine di quest’anno e, sempre secondo il noto sito, potrebbe essere una vera innovazione, diventando più redditizio di un eventuale HDTV Apple. Voi cosa ne pensate?

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: