La disputa per il marchio iPhone in Brasile potrebbe concludersi presto con un accordo fra le società

In base a quanto riportato da Folha de São Paulo, uno dei più importanti quotidiani brasiliani, Apple ed IGB Gradiente starebbero per raggiungere un accordo amichevole per l’utilizzo del marchio iPhone in Brasile da parte della società di Cupertino.

gradienteiphone

Apple aveva perso la possibilità di utilizzare il marchio iPhone per i propri terminali in Brasile circa un mese fa, come avevamo riportato in questo articolo. La decisione definitiva del tribunale aveva dato ragione ad IGB Gradiente, vista la reticenza di Apple nel contattare l’azienda brasiliana per discutere di un eventuale accordo tra le parti.

Nel 2012 Gradiente aveva commercializzato un terminale basato su Android 2.2 della serie Neo One chiamato appunto iphone, nome per il quale la società detiene i diritti sul suolo brasiliano dal 2000. In seguito alla sentenza del tribunale, Gradiente avrebbe potuto denunciare Apple per l’utilizzo del marchio.

Nelle scorse settimane, entrambe le aziende hanno presentato un documento alla corte di Rio in cui si richiedeva la sospensione dell’esecuzione della sentenza fino a quando le due aziende non avrebbero trovato una soluzione amichevole al problema. Il quotidiano Folha de São Paulo ha riportato che questa soluzione potrebbe concludersi in tempistiche parecchio brevi.

Tuttavia, non si tratta dell’unica sentenza attiva in Brasile che vede coinvolta la società di Cupertino. Questa infatti deve affrontare un altro processo riguardo ad iPad di quarta generazione, presentato solo sei mesi dopo il precedente modello. Si tratta, secondo i legali brasiliani, di obsolescenza pianificata ed Apple potrebbe dover ripagare tutti gli acquirenti di iPad di terza generazione dello stato brasiliano.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: