Fujifilm aiuterà Microsoft ed altre società nell’eterna lotta contro Apple

Fujifilm, società famosa per la produzione di fotocamere e pellicole, potrebbe aiutare Microsoft nella lotta contro i dispositivi touchscreen di Apple. Come? Producendo nuovi display ad un costo inferiore, favorendo così la diffusione di prodotti concorrenti ad un costo minore.

i5vydM6MHaEc

Fujifilm sta usando la sua esperienza con l’argento per creare display touchscreen più grandi e più accessibili. Per fare un esempio, laptop e desktop che usano grandi pannelli touch, sono molto costosi da produrre, perché i sensori sono realizzati in un materiale raro e fragile chiamato ossido di indio e stagno, o ITO. Fujifilm e altre società, stanno lavorando su nuovi approcci meno costosi basati su diversi metalli, per aiutare l’industria a ridurre la sua dipendenza da ITO.

Tra i nuovi metalli usati, troviamo il rame che, oltre ad essere più economico, fornisce feedback più accurati sui tocchi del display, ed inoltre questa nuova tecnologia porterà sul mercato schermi curvi e flessibili. A differenza degli schermi con ITO, che oltretutto si rompono con più facilità, il rame è più resistente e modellabile.

Samsung Electronics ed Apple, che insieme costituiscono la maggioranza del mercato degli smartphone, dominano la domanda per la fornitura di ITO, assorbendo più della metà della produzione del settore. Microsoft secondo alcuni rumor dovrebbe beneficiare dei nuovi pannelli Fujifilm, per contrastare l’armata Apple, la quale ha introdotto pannelli touchscreen già a partire dal 2007.

Sostituire l’ITO con una tecnologia diversa è un’esigenza di tutto il mercato pc e tablet, ma anche per gli smartphone al fine di ridurre i costi. Ormai Apple è famosa per la qualità dei suoi touchscreen, ma ora anche le altre aziende inizieranno a sperimentare ed introdurre nuove tecnologie. Apple resterà a guardare?

Via | Bloomberg

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: