Samsung Galaxy S4 sarà venduto in più versioni, di cui una molto più potente delle altre

Come per Galaxy S3, il prossimo top di gamma Samsung sarà venduto in molteplici versioni, con processori diversi in base alla regione di commercializzazione. In base a quanto trapelato dagli ultimi benchmark apparsi su internet, il modello Exynos sembra essere più veloce di quello Snapdragon.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’Exynos 5 Octa montato sul Galaxy S4 è nettamente più veloce del Qualcomm Snapdragon 600, montato su altre versioni dello stesso terminale (e non solo). È quanto viene esplicitato dai nuovi benchmark apparsi su internet, che vedono il nuovo SoC del colosso sudcoreano raggiungere e superare i 28000 punti su AnTuTu, uno dei più famosi banchi di prova su Android.

Samsung Galaxy S4, come riporta SamMobile, sarà venduto in tre versioni differenti, che riportiamo di seguito:

  • GT-I9500 – Exynos 5 Octa 1.6 GHz senza supporto alle reti LTE
  • GT-I9505 – Snapdragon 600 1.9 GHz con supporto alle reti LTE
  • SHV-E300S – Exynos 5 Octa 1.8 GHz con suporto alle reti LTE

I nuovi risultati provengono dall’Exynos 5 portato alla frequenza di 1.6GHz, quindi si prevede che il modello montato sull’SHV-E300S, destinato esclusivamente al mercato coreano, possa sforare addirittura i 30.000 punti nel test. I modelli di Galaxy S4 con Qualcomm Snapdragon 600 totalizzano un punteggio che varia dai 23 ai 25000 punti.

s4bench s4 bench

Dalle ultime indiscrezioni sembra proprio che se vogliamo sfruttare le reti LTE in Italia, adesso o in un prossimo futuro quando saranno più diffuse, dovremo optare per la versione “depotenziata” del Galaxy S4 con processore Qualcomm. In ogni caso, se il prossimo dispositivo Samsung avrà dei problemi, di certo non saranno relativi alla potenza del suo processore.

Via | PhoneArena

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: