Comex, lo sviluppatore alla base di Jailbreak.me viene assunto da Google

Comex è stato uno degli esponenti di spicco di alcuni passati jailbreak, soprattutto con la realizzazione di Jailbreak.me, il sistema più semplice mai realizzato per effettuale lo sblocco del proprio terminale. L’hacker lavorerà a partire dai prossimi giorni per Google.

jailbreakme-s

Un aneddoto importante nella storia di Nicholas Allegra, in arte comex, va ribadito. Quando p0sixninja una volta esclamò: “Da oggi sarà impossibile effettuare hack su iPhone o dispositivi Android”, comex ha risposto: “Non sto lavorando su Android, e sinceramente non mi piace abbastanza per farlo.”

Nel frattempo Allegra ha ricevuto un’offerta da Google e la ha accettata. Questo dopo che nell’agosto del 2011 ha iniziato a lavorare per Apple, tramite una collaborazione durata più di un anno e finita nello scorso mese di ottobre.

116482

Comex ha occupato la scena del jailbreak per la prima volta nel mese di marzo 2010 con un tool chiamato Spirit, che permetteva il jailbreak untethered su iPhone 3GS. In agosto ha rilasciato un jailbreak untethered per iOS 4.0 compatibile con tutti i dispositivi del periodo, incluso iPhone 4. Stiamo parlando di Jailbreak.me, un tool eseguibile da Safari Mobile, che parecchi simpatici ragazzi installarono anche sugli iPhone esposti negli Apple Store. Alla chiusura della falla da parte di Apple, lo stesso comex ha aggiornato Jailbreak.me per essere utilizzato anche su iOS 4.3.3 ed iPad 2 nel luglio 2011. Il mese dopo è stato assunto dalla società di Cupertino.

Non sono ancora disponibili ulteriori dettagli sull’incarico che si appresterà a compiere per Google.

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: