Prezzo di vendita inferiore, ma produrre il Galaxy S4 da costa più di un iPhone 5

Il Galaxy S4 è in vendita da pochissimo e già lo si sta analizzando in tutte le sue parti, dalla fotocamera all’ampio display da 5″ FullHD SuperAMOLED, fiore all’occhiello della produzione sudcoreana. La IHS ha realizzato un primo resoconto su quelli che sono i costi di produzione che deve sostenere Samsung per realizzare una singola unità.

Samsung-Galaxy-S4-root

La società d’analisi IHS ha realizzato uno studio sui componenti interni di Samsung Galaxy S4 ed il costo di produzione che la società sudcoreana deve affrontare per ognuno di loro. I risultati prevedono un totale di circa 237$ per unità nella variante da 32GB di storage interno. In contrapposizione, iPhone 5 da 16GB costa ad Apple 167$, una cifra sensibilmente inferiore.

“La forza di Samsung è l’abilità di produrre da sé gran parte dei componenti”, sostiene l’analista di IHS Vincent Leung. “Semplicemente aggiungono la lista dei componenti che gli servono nelle catene di produzione.”

Samsung vende due versioni di Galaxy S4, una internazionale con il chip Exynos 5 octa-core proprietario ed una con il Qualcomm Snapdragon 600 di terze parti, quest’ultima è prevista ad esempio nel mercato italiano. Tuttavia, il primo chip costa a Samsung 8$ in più rispetto al modello di Qualcomm.

Display e matrice touch sono prodotti da Samsung e costano entrambi la cifra di 75$, mentre i 32GB di storage interno costano 28$ in più rispetto alla versione da 16GB. Samsung richiede alcune componenti a società esterne, ad esempio il Gorilla Glass prodotto da Corning, il chip Bluetooth e Wi-Fi di Broadcom, il chip per la gestione energetica di Maxim. Inoltre altri chip per la gestione di sorgenti wireless sono di Triquint Semiconductor ed altre società minori.

È previsto a breve un resoconto completo contenente tutti i dettagli per ogni singolo componente.

Via | Electronista

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: