Su Windows Phone e BB 10 non sono ancora disponibili molte delle migliori applicazioni iOS

Un recente studio ha messo in luce quella che possiamo definire una notevole criticità dei sistemi operativi alternativi ad iOS ed Android. Parliamo delle applicazioni più famose ed ovviamente più scaricate negli store dei due colossi, le quali però non sono totalmente disponibili per Windows Phone e BlackBerry 10.

appstore_23maggio_600

Questa ricerca condotta da Canalys, evidenzia che solo il 34% delle “top app” per iOS e Android sono disponibili anche per Windows Phone e BlackBerry 10. Analizzando le 50 app prime in classifica a pagamento e gratuite su App Store e Google Play Store, solo il 39% è disponibile anche per Windows Phone e BlackBerry 10, secondo le statistiche aggiornate a maggio.

Pensate che per il sistema operativo mobile creato da Microsoft, sono disponibili solo 16 delle prime 50 app gratuite e 14 delle prime 50 a pagamento, rispetto all’App Store. Per quanto riguarda Google Play Store invece, in Windows Phone potrete trovare 22 app delle prime 50 gratuite e 13 app delle prime 50 a pagamento. Per BlackBerry World le cose cambiano parecchio, visto che sono presenti solo 5 app delle prime 50 gratuite dell’App Store e 9 app delle prime 50 a pagamento.

Se i due sistemi operativi vogliono realmente competere con iOS ed Android, dovranno necessariamente predisporre un piano che consenta ai rispettivi negozi virtuali di offrire quantomeno la maggior parte delle “top app” presenti su App Store e Google Play. Microsoft e BlacBerry devono quindi impegnarsi a collaborare maggiormente con i vari sviluppatori, anche perchè una delle prime caratteristiche che influenza la scelta dell’utente nell’acquisto di un nuovo terminale è senz’altro l’ecosistema di applicazioni.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: