Sembra un’applicazione di disegno, ma in realtà nasconde un potente tool per il tethering online [Video]

Little Artist Canvas era apparentemente un’applicazione di disegno che al suo interno racchiudeva una procedura per l’attivazione di una modalità di tethering gratuito, a prescindere dal supporto dell’operatore telefonico. Si è trattato dell’ennesimo tentativo di aggirare i controlli di Cupertino sul suo store online, terminato con l’intervento estremo della società.

tethering_iphone-570x506

Apple avrebbe rimosso Little Artist Canvas da App Store nelle scorse ore per la presenza di una modalità di Tethering nascosta all’interno del codice dell’applicazione. Questa avrebbe permesso di collegare un ulteriore dispositivo alla connessione del nostro iPhone per accedere ad internet a prescindere dall’operatore telefonico in uso e dal supporto alla funzionalità del nostro piano tariffario.

Si tratta di una funzione che logicamente Apple vieta categoricamente e non è sicuramente il primo caso in cui un’applicazione sia stata rimossa da App Store per motivi simili. Inoltre il suo funzionamento, fino a quando è durata, non era certamente dei migliori. La modalità veniva attivata mediante una procedura non certo semplice o veloce e funzionava solamente a display acceso, disattivandosi una volta effettuato il blocco del nostro iPhone.

Little Artist Canvas era a prima vista un’applicazione con funzionalità per il disegno a mano libera, realizzata dallo sviluppatore FollishSleuth. Di seguito vi mostriamo un video che mostra il suo funzionamento e la procedura per attivare il Tethering.

Tuttavia Little Artist Canvas ha avuto vita breve su App Store, riuscendo ad aggirare per un breve periodo i restrittivi controlli di Apple per quanto riguarda la pubblicazione di applicazioni illecite sul proprio store virtuale. La società ha rimediato tempestivamente, eliminando del tutto l’app di FollishSleuth.

Via | AppAdvice

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: