I prossimi dispositivi Apple avranno funzionalità simili a quelle di Galaxy S4?

Apple ha ricevuto la paternità su un brevetto che ricorda le funzionalità di Galaxy S4 riguardo la possibilità di rilevare i movimenti del volto tramite i sensori integrati nei dispositivi mobile. Potrebbe essere una risposta alla feature Smart Scroll di Samsung?

scroll

Nelle scorse ore la USPTO avrebbe pubblicato un brevetto appartenente ad Apple intitolato “Electronic Devices With Gaze Detection Capabilities”. Questo descrive un sistema che permette di utilizzare il sensore fotografico anteriore di un dispositivo in modo da catturare i movimenti del volto dell’utente che lo utilizza.

La funzionalità si attiverebbe in maniera intelligente sfruttando l’accelerometro, identificando automaticamente il movimento ed attivando la circuiteria necessaria per il funzionamento della feature. Questa determinerebbe la presenza o meno del volto di fronte al dispositivo in modo da mantenere attivo il display e di configurare efficacemente la luminosità dello stesso.

Se lo sguardo dell’utente non incontra lo schermo e l’accelerometro riconosce un particolare tipo di movimento, il display diviene automaticamente oscurato. Il dispositivo potrebbe addirittura entrare in stand-by in alcuni casi e riaccendersi autonomamente quando riconosce nuovamente il volto del suo proprietario, o una volta che l’utente preme sul display in ogni caso.

13.05.30-Gaze-2

Nel documento si leggono tutte le modalità d’uso tipiche di un sistema simile, che ricordano espressamente le funzionalità di Galaxy S4. Sembra interessante che la società coreana abbia rilasciato il suo brevetto relativo alla funzione “Eye Pause” il 24 gennaio 2013, proprio un giorno prima rispetto al rilascio della funzione simile presentata da Apple.

Tuttavia, i primi brevetti che riportano caratteristiche del genere sono stati rilasciati molti anni fa, nel 2000 da parte di Samsung e nel 2008 per quanto riguarda la società di Cupertino.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: