Il nuovo stile ‘flat’ di iOS 7 riceve l’approvazione da chi ha disegnato le icone del primo Mac

Se state leggendo questo articolo su iSpazio sicuramente avrete già avuto modo di farvi quanto meno un’idea su quella che è la nuova grafica di iOS7 e molto probabilmente o l’amate o l’odiate. Scopriamo insieme cosa ne pensa invece Susan Kare, colei che ha realizzato ed ispirato con i suoi lavori le icone che oggi troviamo su computer e dispositivi elettronici di ogni genere.

susan kare-ispazio-mario

Quando Susan Kare ha lavorato alla realizzazione delle icone per il Mac aveva a disposizione un’area di 32×32 pixel e solo 2 combinazioni di colori, in quel caso lo stile minimale ed essenziale era imposto dai limiti tecnologici e la sfida era quella di realizzare un simbolo che fosse rappresentativo, nonostante la sua semplicità.

Susan ha collaborato anche con Microsoft, Facebook e tanti altri, quindi anche senza saperlo avrete sicuramente visto i suoi lavori. Nel suo ambiente è molto rispettata ed ha una certa fama, quindi è davvero interessante ascoltare il suo parere.

Intervistata da NetworkWorld, ha risposto:

La direzione è quella giusta. Sono una sostenitrice dei simboli semplici e pieni di significato che riempiono lo spazio, come l’icona di Musica e Meteo. È meglio l’icona più iconica e meno illustrativa.

“Più iconica e meno illustrativa”, non ho studiato grafica, ma sentendo queste parole immagino che questa debba essere senz’altro la descrizione dello stile piatto delle nuove icone.

iOS-6-vs-iOS-7-icone-modificata

Molte critiche sono state mosse contro iOS 7 ed alcune riguardano anche le icone, in particolare quella del Game Center che ha delle bolle colorate ‘senza senso’ oppure quella della fotocamera che sembra presa da una raccolta ClipArt o peggio ancora quella delle Impostazioni che secondo me non merita neppure di essere commentata.

main-qimg-d98f5c11c31c3ce0efd4196510fa250c

icone 2

icone1

icone 3

icone 4

Si potrebbe dibattere per giorni sui singoli aspetti e sulla grafica complessiva di iOS 7 che ha spaccato in due il pubblico di appassionati e critici del settore, ma se Susan Kare sostiene che la direzione intrapresa è quella giusta, possiamo ben sperare che la release finale potrebbe mettere tutti d’accordo.

Via | arstechnica

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: