Spotify modifica i termini del servizio introducendo un’importante limitazione

Spotify, il servizio che offre la possibilità di ascoltare milioni di brani in streaming, ha oggi aggiornato i propri termini e condizioni introducendo alcune limitazioni che riguarderanno solo ed esclusivamente gli utenti che possiedono un abbonamento gratuito. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Spotify-iPhone-5-Update

In queste ore Spotify sta inviando una email ai propri utenti per avvertirli degli imminenti cambiamenti che riguarderanno il proprio account. A partire infatti dal 12 Agosto scorso, i termini e le condizioni del servizio sono stati modificati introducendo un’importante limitazione per tutti coloro che dispongono di un account gratuito.

Ecco il testo contenuto nell’email inviata da Spotify:

Caro Utente di Spotify,

Abbiamo pubblicato le nuove Condizioni applicabili agli Accordi a partire dal 12 agosto 2013 che comprendono delle modifiche del Servizio Gratuito di Spotify. A seguito di queste modifiche, tu potrai usufruire di un accesso gratuito ed illimitato alla musica per un periodo iniziale di sei mesi, decorsi i quali l’accesso sarà limitato ad un tetto massimo di 10 ore al mese. Se hai creato il tuo account da sei mesi o più, il tetto di dieci ore si applicherà a decorrere dal 12 agosto 2013.

Puoi prendere visione delle nuove Condizioni sul nostro sito. Ti invitiamo a leggere le nuove Condizioni per familiarizzarti con i cambiamenti apportati.

Confidiamo che continuerai ad apprezzare Spotify.

Cordiali saluti, Spotify.

Le nuove condizioni si applicano quindi a tutti gli utenti in possesso di un abbonamento gratuito, i quali, a partire da 6 mesi dall’attivazione del proprio account, avranno una limitazione sull’ascolto musicale di appena 10 ore al mese.

Per evitare questa limitazione è possibile scegliere di cambiare il proprio abbonamento: per avere ulteriori informazioni, potete consultare questo nostro articolo.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: