Apple brevetta nuove gesture per sbloccare i suoi device

Una futura versione di iOS potrebbe essere dotata di un metodo di sblocco unico che riconosce diverse gesture, consentendo un maggiore controllo per l’accesso dell utente. Infatti Apple brevetta un nuovo sistema di sblocco con interessanti funzioni.

index_hero_keyframe

La tecnologia, descritta in un brevetto assegnato ad Apple quest’oggi dallo US Patent and Trademark Office, si occupa dei cosiddetti “input di accesso” che determinano quali applicazioni, servizi e funzioni del device sono accessibili da un utente. Il brevetto dal titolo “Metodi, apparati e sistemi per il controllo della modalità di accesso di un dispositivo“, descrive un sistema che crea le modalità di accesso degli utenti sulla base di gesti predeterminati.

13.09.03-Access-1

Attualmente, il sistema operativo Apple permette di impostare un codice di sblocco come mezzo di controllo degli accessi. Secondo questo metodo, gli utenti devono inserire un semplice codice o password per avere l’accesso completo al dispositivo. Il metodo recentemente brevettato accrescerebbe la sicurezza con l’introduzione di determinate gesture collegate ad una varietà di stati di sblocco.

13.09.03-Access-2

Per fare un esempio, un primo gesto può essere usato per accedere alle sole funzioni di gioco, mantenendo mail e contatti bloccati. Un successivo gesto può quindi concedere l’accesso all’app Mail o Contatti senza ulteriori interventi da parte dell’utente. Come osservato nel documento, può essere salvato qualsiasi numero di gesti, compresi i disegni di forme, lettere e modelli. Alcune realizzazioni richiedono all’utente di disegnare un cerchio, poi una lettera, per aprire un’applicazione specifica o accedere ad una determinata funzione.

Voi cosa ne pensate di questo sblocco innovativo?

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: