Il processore A7 non è prodotto da Samsung, ma da chi?

Durante il Keynote Apple di Martedì scorso, Tim Cook ha dichiarato che il cuore dei nuovi iPhone 5S era il chip A7, che conteneva un miliardo di transistor. Ora, però, sorgono i dubbi su chi sia il produttore del processore A7.

iPhone-5s-promo-A7-chip-closeup-002

Secondo Chipworks, società specializzata in analisi del mercato dei semiconduttori, l’indizio principale deriva dal numero di transistor collocati nei 102 millimetri quadrati del processore. Allo stato attuale della tecnologia, Samsung non è in grado di produrre nulla del genere, senza dimenticare la promessa che la stessa società ha fatto pochi giorni dopo la presentazione dei nuovi iPhone, ovvero di rilasciare cellulari con processori a 64-bit come l’A7.

Pare piuttosto improbabile pensare che, se Samsung stava producendo l’A7, si sia lasciata prendere alla sprovvista tant’è che l’azienda sud-coreana ha presentato nuovi processori della serie Octa nel giorno stesso dell’annuncio di iPhone 5S e ciò è stato visto come un chiaro tentativo di rubare la scena al processore A7.

Quindi se non è stata Samsung a produrre i nuovi processori Apple, quale azienda è stata? Esclusa TSMC, perché l’azienda taiwanese sarebbe in grado di sfornare i volumi richiesti da Apple solo a partire da inizio 2014, sul mercato rimane una sola azienda al mondo in grado di produrre gli A7: Intel. L’azienda americana, ha dimostrato di poter raggiungere 1,4 miliardi di transistor su una superficie di 160 millimetri quadrati, e questo è già un buon indizio. Apple a questo punto potrebbe avere deciso di affidare ad Intel le prime commesse e con esse produrre la prima ondata di iPhone 5S.

In una fase successiva, quando TSMC sarà pronta, Apple potrebbe passare alla società di Taiwan un’altra parte di commesse, magari lasciando a Samsung l’incarico di subentrare solo più avanti, nella seconda fase del ciclo di vita di iPhone 5S. In questo modo la società di Cupertino otterrebbe un vantaggio strategico in termini di riservatezza, conquistando un vantaggio competitivo che non avrebbe avuto se si fosse affidata a Samsung per la produzione degli A7.

Via | Seekingalpha

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: