Performance iPhone 5S: i test completi su CPU e GPU confrontati con i principali smartphone Android

Il nuovo iPhone 5S è un vero gioiello di tecnologia, e al suo interno racchiude un hardware di primo livello in grado di stupire i più scettici. I test su CPU e GPU che vedrete, evidenzieranno queste prestazioni, e andremo a confrontarle con i principali smartphone Android in commercio.

iPhone-5s-promo-A7-chip-closeup-002

Dettagli tecnici

Per prima cosa, diamo un’occhiata a prestazioni della CPU. Facciamo notare che l’Apple A7 è molto simile ad un chip dual-core, con il dual-core Cyclone con clock fino a 1.3GHz. L’intero chip è frutto di un processo HKMG a 28nm di Samsung, un passo avanti rispetto al chip a 32nm presente nell’iPhone 5. E’ anche il primo processore Apple ad utilizzare un’architettura 64-bit ARMv8 e questo è il più importante passo in avanti per il nuovo iPhone.

Ma cerchiamo di spiegare perché l’architettura a 64-bit è così importante. La transizione ai processori a 64-bit è iniziata sui desktop verso il 2005 con il chiaro obiettivo di consentire una maggiore RAM. I sistemi a 32-bit sono limitati a solo 3 GB di RAM, mentre i sistemi a 64-bit permettono l’utilizzo di 4GB e oltre. Tuttavia nel caso Apple non è certo questo il motivo.

L’iPhone 5 monta 1GB di RAM LPDDR2 e il nuovo iPhone 5S monta sempre 1 GB di RAM, ma LPDDR3. Adottando l’architettura 64-bit  ARMv8 si ha la compatibilità con la tecnologia a 32-bit, ma gli strumenti software Apple consentono già adesso la creazione di applicazioni a 64-bit.  Forse solo tra due anni Apple avrà bisogno di montare 4GB di RAM e allora ci sarà già un enorme numero di applicazioni compatibili con i 64-bit.

Altri miglioramenti tangibili del passaggio alla nuova architettura a 64-bit sono il maggior numero di registri di uso generico, registri FP/NEON, e nuove istruzioni SIMD. Lo stesso iOS 7 e tutte le applicazioni incluse hanno già fatto il passaggio a 64-bit. La velocità di clock pari a 1,3 GHz potrebbe sembrare bassa rispetto ai dispositivi Android di fascia alta, ma questo parametro relativamente basso consente di ottenere un’efficienza energetica ottimale. Il nucleo Cyclone è  un’evoluzione del nucleo Swift dell’A6. In esso, Apple ha raddoppiato la cache L1 da 32KB/32KB (due cache separate per istruzioni e dati) a 64KB/64KB. La cache di livello 1 è una memoria statica e molto veloce in cui vengono memorizzati i dati a cui si accede spesso, ed è fondamentale per migliorare le prestazioni complessive ed il multitasking. Rimane 1MB di cache L2, il quale viene fornito con latenza di accesso più veloce.

Test

Il primo test è il SunSpider JavaScript benchmark, il quale misura le prestazioni JavaScript. Il nuovo iPhone 5S registra un aumento del 75% delle prestazioni js rispetto al predecessore, e conquista la cima della lista battendo facilmente i concorrenti.

Sunspider

Il Mozilla Kraken è benchmark di JavaScript ancora più “stressante”. La popolarità di SunSpider ha costretto le aziende ad ottimizzare i loro dispositivi, e quindi è nata la necessità di creare nuovi test più specifici, come Kraken. Ancora una volta, l’iPhone 5s in cima alla classifica con l’elaborazione di js estremamente veloce. Il guadagno in termini di prestazioni è più che doppio rispetto a quanto registrato dall’iPhone 5.

Kraken

GPU

Tradizionalmente iPhone ha sempre spinto in avanti lo sviluppo della grafica e dell’aspetto ludico, inclusi i migliori chip grafici della Imagination Technologies. Questa volta Apple ha superato se stessa ed ha infatti incluso il nuovissimo chip PowerVR Series 6 il quale supporta l’OpenGL ES 3.0. Il chip specifico è il PowerVR G6430, il quale riesce a passare da un semplice vettore ad un’architettura scalare completa. Si tratta di un chip a quattro cluster che offre prestazioni doppie rispetto all’iPhone 5.

Guardando le misurazioni in GFLOPS, notiamo che l’iPhone 5s è senza dubbio la piattaforma mobile più potente attualmente disponibile. Le prestazioni grafiche del nuovo iPhone 5s hanno effettivamente eguagliato l’iPad 4 a 76.8GFlops, e comincia ad avvicinarsi a livello console. Per fornirvi un’idea, le piattaforme di gioco come la Playstation 3 di Sony hanno un punteggio intorno ai 230GFlops. I dispositivi Android attualmente disponibili, come il Samsung Galaxy S4 e l’HTC One registrano un punteggio intorno ai 50GFlops.

Per i test, iniziamo con il Basemark X 1.0. Questo test consiste nell’esecuzione di simulazioni di gioco on-screen, e off-screen con risoluzione FullHD 1080p. Il test è molto complesso e questo spiega i bassi risultati, ma l’iPhone 5S si avvicina molto ai 30fps.

 screen

GFXBench, precedentemente noto come GL Benchmark, è uno dei test più intensivi per le GPU e fornisce una ripartizione dettagliata delle prestazioni di una scheda video. I tassi di riempimento sono la prima cosa che si misura e si nota che Apple è riuscita a raddoppiare la performance nel suo iPhone 5S rispetto all’iPhone 5. Il 5S emerge come leader indiscusso, battendo tutti i dispositivi esistenti.

offscreen

Segue la prova di simulazione di gioco estremamente pesante in GFXBench T-Rex HD. L’iPhone 5S è il primo dispositivo a rompere effettivamente la barriera dei 30fps in questo caso, fornendo un framerate on-screen pari a 35fps. Il punteggio mostra un guadagno di prestazioni pari a 2,5 volte rispetto all’iPhone 5.

trexon

Il test off-screen mostra il chip grafico G6430 dell’iPhone 5S a confronto con altre piattaforme. Il G6430 fa registrare punteggi incredibili, ma il nuovo Adreno 330 in una configurazione Snapdragon 800 è vicino o addirittura migliore. Il nuovo Adreno 330 sarà montato nel Nexus 5 e stiamo già vedendo come il nuovo smartphone Google sarà in grado di eguagliare o addirittura battere l’iPhone 5S in quel reparto. Ovviamente i test sul nuovo Nexus 5 non possono ancora essere dichiarati ufficiali.

trexoff

Conclusioni

Il nuovo iPhone 5S ha integrato il più grande aggiornamento mai avvenuto nella linea iPhone da sempre. Il processore A7 e i suoi Cyclone core sono ben ottimizzati in termini di consumo energetico e riescono a fornire ottime prestazioni. Si tratta di un’unità dual-core, ma il software è realizzato a pennello su di esso e non si sente quindi la mancanza del quad-core. Inoltre, l’A7 è il primo chip con architettura a 64-bit ed offre vantaggi tangibili ed enormi possibilità per gli sviluppatori.

In termini di grafica, l’iPhone 5S è lo smartphone di chi la concorrenza dovrebbe aver timore: la GPU è una 6-series della Imagination Technoligies, la quale offre prestazioni raddoppiate rispetto a quella dell’iPhone 5. Inoltre supporta l’OpenGL ES 3.0. È il primo telefono che offre un framerate di 30fps anche sui test grafici più stressanti.

Nel complesso l’A7 è un processore impressionante. L’utente medio lo nota durante la navigazione web o mentre gioca con titoli graficamente complessi. L’A7 è a prova di futuro, peccato che Apple non abbia optato per un display più ampio, ma questa è solo questione di tempo.

Via | PhoneArena

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: