Il successo dei Nokia Lumia potrebbe lasciare a bocca asciutta HTC

I disastrosi risultati del Q3 di HTC hanno innescato alcune speculazioni su come la società potrebbe tentare la sua fortuna con il sistema operativo Windows Phone. Microsoft potrebbe prendere in considerazione il fatto di rinunciare alla tassa di licenza per coinvolgere HTC nella progettazione dei dispositivi Windows. Riuscirà a reggere il confronto con Nokia?

WP-8S-by-HTC-Atlantic-Blue-3viewswtmk11

Probabilmente HTC deciderà di virare verso dispositivi più economici, ora che la sua strategia del “Premium Phone” è apparentemente andata in fumo. Il problema però è che la concorrenza nel mercato degli smartphone economici Windows Phone sta per diventare intollerabile per HTC, considerando le deludenti vendite trimestrali di circa 6 milioni di unità.

Nel mercato Android, HTC dovrà affrontare rivali come LG, ZTE e Huawei, i quali vendono più di 12 milioni di smartphone ogni trimestre. Adottando il sistema operativo di Microsoft, HTC potrebbe quindi evitare la concorrenza di questi device Android.

Bisogna ricordare però l’importante ruolo svolto da Nokia. In questo momento, la linea Lumia 500 sta avendo grande successo in tutto il mondo. I due telefoni più venduti sono il Lumia 500 e il Lumia 520. Anche prima di essere acquisita da Microsoft, Nokia aveva scelto la strategia di puntare sul mercato degli smartphone economici, ed i risultati sembrano dargli ragione.

Per cui sembra del tutto irrealistico aspettarsi che HTC, ossessivamente concentrata su device da 600 dollari, possa diventare improvvisamente competitiva con modelli al di sotto di 150 dollari. I suoi smartphone Windows di fascia alta si sono rivelati un terribile flop, non essendo stati in grado di giustificare il “premium price”. Questo avrà delle importanti ripercussioni sulla strategia della società taiwanese.

Voi cosa ne pensate?

Via | BGR

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: