Facebook semplifica le regole sulla privacy per gli adolescenti

Come da titolo, il social network di Zuckerberg ha annunciato da poche ore alcuni cambiamenti che sembrano riguardare gli utenti più giovani.

Facebook-articleLarge

Di default, i post degli utenti che hanno tra i 13 ed i 17 anni, saranno condivisi con un gruppo più ristretto di utenti, lasciando però la possibilità di poter cambiare la privacy manualmente: nello specifico, l’attuale scelta di default “amici di amici” cambierà semplicemente in “amici”, riducendo così le possibilità di ritrovarsi contenuti condivisi con persone con cui non hanno nulla a che vedere.

Tutte le opzioni di condivisione (amici di amici, pubblica, ecc.) rimarranno comunque disponibili, ma a quel punto sarà soltanto una scelta volontaria dell’utente. Lo scopo di questo cambiamento è quello di dare la possibilità ai giovani utenti di controllare meglio chi-vede-cosa.

“Facebook è uno strumento che incoraggia le persone a condividere sempre di più tutto ciò che li riguarda, dal cosa mangiano a cosa acquistano, e tutto ciò interessa moltissimo gli inserzionisti del social network” riferisce Jeff Chester, direttore esecutivo del Center for Digital Democracy.

“I bambini non hanno lo stesso senso di privacy che hanno gli adulti” aggiunge Emily Bazelon, giornalista di Slate “Esistono tantissimi servizi ed applicazioni mobili come ad esempio Twitter ed Instagram, ma soltanto Facebook richiede agli utenti di inserire le loro identità reali”.

Che altro dire…speriamo che questa novità possa servire a qualcosa.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: