Gli ultimi 10 anni di Apple visti dai suoi stessi inviti agli eventi

Gli inviti agli eventi creati da Apple sono sempre stati molto più che dei semplici inviti. Allusioni, indizi, prese in giro, giochi di parole e molto altro ancora. Tutto questo è stato raccolto in un unico articolo per poterceli ricordare in attesa dell’evento di domani.

apple_wide_large_verge_super_wide

iPhone

MacWorld 2007: Sull’invito non c’era alcun indizio sulla presentazione del primo iPhone, ma tutto stava per cambiare. E così fu.

iphone1_macworld2007a

WWDC 2008: Un secondo Golden Gate Bridge? Non è un buon indizio, ma quell’anno Apple ha dato agli sviluppatori una seconda possibilità, una strada nuova: l’App Store ed iPhone 3G.

iphone2

WWDC 2009: Probabilmente si trattava solamente di un semplice messaggio per gli sviluppatori, oppure la società voleva metterci il nuovo dispositivo proprio sotto il naso. Fatto sta che l’invito all’evento dedicato ad iPhone 3GS è stato uno dei più deludenti in assoluto.

iphone3

WWDC 2010: La star dell’evento era iPhone 4, ma le vere protagoniste erano le applicazioni. Apple ci ha comunicato una data di uscita per iOS 4, il quale ha portato il multitasking e le cartelle nella Springboard.

iphone4

Ottobre 2011: Le voci di due nuovi prodotti circolavano già a quei tempi, ma Apple ci tiene a precisare che il prodotto sarà uno soltanto, come dimostra la notifica. La spiegazione più semplice dell’invito è tuttavia molto semplice: Calendario ci mostra la data, Orologio l’ora, Mappe il luogo e Telefono l’argomento principale dell’evento (iPhone 4S).

iphone4sa

Settembre 2012: Questa volta Apple non avrebbe potuto essere più chiara. È l’anno di iPhone 5. Nuovo design, nuove funzionalità.

iphone6

WWDC 2013: Colori vivaci, sfumature, cambiamento del font. È stato presentato iOS 7, l’invito faceva presagire un certo cambiamento, ma la somiglianza col nuovo sistema operativo è davvero minima.

ios7

Settembre 2013: Cerchi colorati invadono l’invito. Tra questi si distinguono anche alcuni cerchi bianchi contornati da un anello grigio spesso. Il Touch ID di iPhone 5S era forse sotto al nostro naso?

iphone7

iPad

Gennaio 2010: Nell’invito non c’è alcuna allusione evidente, ma Apple ha promesso un nuovo prodotto ed infatti è nato il primo iPad.

ipad1

Marzo 2011: Quest’anno Apple ha chiarito fin da subito che le novità avrebbero riguardato iPad. Forse è solo una coincidenza la data scelta col nome iPad 2 del dispositivo.

ipad2a

Marzo 2012: Nessun nuovo ed innovativo feedback tattile. Si tratta del nuovo iPad con Retina Display.

ipad3

Ottobre 2012: Le voci di un iPad Mini si susseguivano già da un po’ e la parola “little” nell’invito ha alimentato ancora di più la curiosità. Sono stati presentati diversi progetti, ma iPad Mini era senz’altro il protagonista dell’evento.

ipadminia

iPod Touch

Settembre 2007: Dopo aver rilasciato il suo primo iPhone, Apple era pronta per presentare le novità riguardanti iPod. Si trattava del primo iPod Touch e nell’invito veniva mostrata l’interfaccia Cover Flow.

touch1

Settembre 2008: Sebbene l’invito mostrasse l’interfaccia di iPod Classic, questo prodotto non ha ricevuto le dovute attenzioni da parte di Apple. Sono però stati aggiornati iPod Touch ed iPod Nano.

touch2

Settembre 2009: Apple non ha fatto molto per renderci chiaro di cosa avrebbe parlato. L’unica cosa certa era che riguardava la musica. In seguito fu rivoluzionata praticamente tutta la linea iPod.

touch3

Settembre 2010: Nessuna parola accompagnava questo invito, quindi era molto difficile predire cosa avrebbe presentato Apple. La società ha però aggiornato iPod Touch, introdotto iPod Nano nella sua versione quadrata ed il social network Ping.

touch4

MacBook

Macworld 2008: Apple ci mette il nome del prodotto che verrà presentato all’evento: il MacBook Air.

air1

Ottobre 2008: L’invito questa volta è molto chiaro, ma Apple sorprende tutti presentando il design unibody che caratterizzerà i futuri portatili dell’azienda.

unibodymacbooksa

Ottobre 2010: Apple ha reso facile la soluzione presentando il nuovo Mac OS X Lion, ma colse tutti di sorpresa con il nuovo deisgn dei MacBook Air.

lion_air2

WWDC 2012: A volte sembra che Apple utilizzi i colori solo per il gusto di farlo. I quadrati che compongono il logo della società possono sembrare delle applicazioni, ma quell’anno toccò ai nuovi MacBook Pro con Retina Display.

macbookproretina

iTunes

Ottobre 2003: Quello era l’anno di iTunes ed Apple alcuni mesi dopo promise che le novità non sarebbero finite lì. iTunes venne infatti reso disponibile anche su Windows.

ituneswindows

Settembre 2006: Le luci di Hollywood compaiono sull’evento. Ed infatti Apple ha introdotto per la prima volta i film su iTunes Store.

movies

iPod

Settembre 2005: Tutti quelli abituati ad utilizzare un iPod hanno pensato ad un dispositivo ancora più piccolo capace di stare comodamente in una tasca. Apple ha però presentato iPod Nano, capace di stare in una tasca portamonete dei jeans. Inoltre fu presentato anche il Motorola Rokr.

ipodnana

Ottobre 2005: Un mese dopo Apple presentò il primo iPod capace di leggere anche i video in quanto Apple iniziò a vendere su iTunes i primi programmi televisivi e video musicali.

ipod5thgen

iBooks ed iCloud

WWDC 2011: Anche se l’immagine non aiuta a capire nel dettaglio, Apple quell’anno presentò iOS 5 ed iCloud.

icloud

Gennaio 2012: Apple non nasconde il motivo dell’evento. Viene presentato iBoooks 2, il quale migliora notevolmente alcune funzionalità utili per il settore scolastico.

ibooks

Ottobre 2013

All’evento di quest’anno può accadere di tutto. Probabilmente verranno presentati i nuovi iPad 5, i nuovi iPad Mini (con o senza Retina Display), una data di lancio per Mac OS X Mavericks ed i nuovi Mac Pro, gli aggiornamenti dei MacBook Pro e della linea iPod.

nc

Via | The Verge

Non sappiamo cosa ci riserverà di preciso questo evento, quindi vi invitiamo a seguirlo con noi su iSpazio, domani 22 Ottobre alle 18.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: