Gli Smartwatch saranno veramente i prodotti del futuro?

In questo periodo si sente molto parlare di smartwatch, gli orologi intelligenti che dovrebbero rivoluzionare le nostre vite. Ma siamo proprio sicuri che questo prodotto interessi ai consumatori?

Schermata 2013-10-31 alle 12.17.46

La maggior parte delle aziende tecnologiche è alla disperata ricerca della “next big thing“, ovvero di quel prodotto che possa rivoluzionare le vite delle persone e che, allo stesso tempo, sbaragli la concorrenza. In questo momento l’attenzione di tutte queste società si è spostata sul famoso orologio intelligente

Apple, ad esempio, sta ancora lavorando al suo progetto iWatch che dovrebbe vedere la luce il prossimo anno, mentre Samsung, invece, ha già lanciato il suo device, il Samsung Galaxy Gear, che però non ha ottenuto il boom economico che si aspettavano, tant’è che alcuni clienti lo restituiscono subito dopo averlo comprato. Altre società, invece, come Sony, Qualcomm, sono in procinto di lanciare il proprio orologio.

L’ Associated Press ha recentemente pubblicato un rapporto circa l’esplosione del mercato degli smartwatch ed il risultato è tutt’altro che positivo; infatti, è emerso che nel mercato mondiale la domanda globale dei consumatori finali (in parole semplici la “richiesta” da parte dei soggetti) è minima e non rispecchia le aspettative delle aziende tecnologiche.

A supportare tale tesi si aggiunge anche l’analista dell’IDC – azienda che si occupa di ricerche del mercato americano –  Jonathan Gaw:

Negli ultimi anni le tecnologie sono migliorate e si stanno sempre più espandendo, ma gli smartwatch non sono ancora qualcosa che le persone chiedono a gran voce

In tutto ciò, voi che ne pensate? E’ questo il prodotto del futuro?

Via | Bgr

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: