Dopo l’iPhone 5S tutte le aziende produttrici di CPU per smartphone pensano ai 64 bit

E’ innegabile, fino a Settembre l’interesse di tutti i produttori di SoC per dispositivi mobili era focalizzato sul numero di core. Apple invece ha stupito tutti producendo il cip A7, contenente una CPU sempre dual-core, ma che lavora a 64 bit. E ora la concorrenza segue l’esempio.

 64-bit

La corsa al numero di core della CPU, un po’ come quella dei Megapixel per la fotocamera, farà diffondere presto smarthone e tablet Android con otto core. Le prestazioni generali, così com’è stato per i quad-core, non saranno sempre migliori dei classici dual core. Lo insegna Apple che con i suoi iPhone e iPad non ha mai dovuto superare i due core per ottenere un sistema stabile, reattivo e veloce anche con molteplici applicazioni aperte.

L’iPhone 5S è stato il primo smartphone al mondo a montare una CPU con architettura a 64 bit. Un’innovazione che nel tempo sarebbe indubbiamente passata dai desktop/laptop ai dispositivi mobili, ma che nessuno si aspettava così in fretta. E invece Apple ha colto tutti di sorpresa e ora i produttori di chip concorrenti cercano in ogni modo di restare al passo per emulare il chip A7.

JK Shi, CEO di Samsung, ha rassicurato che anche i Galaxy monteranno una CPU a 64 bit entro il 2014. Chi l’avrebbe mai detto. I rumor infatti parlano di un Galaxy S5 con chip Samsung Exynos Octa a 64-bit. Ma Samsung non è l’unica a muoversi in questa direzione.

Anche Qualcomm, Nvidia e Broadcom rilasceranno i propri chip con processori quad-core a 64 bit nel primo semestre del 2014.  Ian Drew, Chief Marketing Officer di ARM, ha infatti previsto che nel prossimo anni ci sarà un’invasione di processori con architettura a 64 bit basati sui progetti ARM.

Mediatek ovviamente non resterà indietro e dopo aver prodotto i primi chip a otto core si dedicherà anche lei ai 64-bit. Il chip MT6592 ad otto core in versione 64 bit dovrebbe essere rilasciato nella seconda metà del 2014.  Allwinner, un’altra casa produttrice di chip a basso costo produrrà processori a 64 bit basati su ARM Cortex-A53 e Cortex-A57 nel 2015.

Per quanto riguarda il lato software, Intel è a lavoro su una versione di Android a 64-bit che possa girare bene sui suoi processori Bay Trail. Vi terremo aggiornati!

Via | AndroidAuthority

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: