iPhone 5S vs Nexus 5: due titani a confronto

Il Nexus 5 di Google ed iPhone 5S di Apple sono due tra i più interessanti smartphone del momento. I dispositivi sono molto diversi tra loro, ma sotto molti punti di vista è possibile fare dei paragoni davvero molto interessanti.

5snexus5

I display

iPhone 5S ha un display IPS da 4 pollici a 326ppi, il quale fino a due o tre anni fa era considerato accettabile anche nel mondo Android, ma ora risulta insufficiente a sbaragliare la concorrenza. Nonostante ciò il dispositivo vende molto bene e quindi probabilmente a milioni di persone sta bene avere un display di questo tipo.

Il display di Nexus 5 è invece da 4,95 pollici, sempre con tecnologia IPS ma con ben 445ppi. Un display di questo tipo è ormai diventato standard nei dispositivi Android degli ultimi 12-18 mesi. Nonostante ciò, in termini qualitativi, il display di iPhone 5S sarebbe migliore quando si parla del contrasto o della riproduzione dei colori. Sebbene il display di Nexus 5 abbia una densità di pixel maggiore, la differenza della nitidezza non si nota se confrontata ad iPhone 5S.

117964-md-10822-iPhoid_1

 

Spesso si dice che un dispositivo con un display di dimensioni generose non fornisca lo stesso appeal di uno con un display più contenuto. Gli ultimi smartphone Android hanno spesso un display da 5 pollici, ma sono anche sempre più sottili e con meno tasti fisici: tutto ciò ha contribuito quindi ha migliorarne l’utilizzo con una mano sola, una soluzione realistica e confortevole.

Apple è l’unica che si ostina a prediligere gli schermi piccoli. Anche se leggermente meno maneggevole, un display da 5 pollici è in realtà è molto più comodo quando bisogna leggere pagine in internet o guardare contenuti multimediali.

La tecnologia

Apple ha sbaragliato la concorrenza quando ha svelato il proprio processore A7 a 64-bit ed il co-processore M7 capace di registrare i movimenti del dispositivo. Secondo il programma di ARM, la produzione del suo chip a 64-bit inizierà entro la fine del 2013 per poi essere spedito non prima del primo trimestre del 2014. Anche se non è ufficiale, sembrerebbe che Apple abbia raggiunto un accordo proprio con ARM per poter portare la tecnologia del chip a 64-bit sul mercato prima della concorrenza. Questo ha costretto quindi aziende come Qualcomm a continuare con l’architettura a 32-bit, aumentando la velocità di clock ed inserendo più core.

117964-md-10828-iphoid_7

iPhone 5S ne esce molto bene quando si parla di benchmark riguardanti prestazioni single-core, e non ha assolutamente nulla da invidiare alla concorrenza Android. I test delle prestazioni single-core risultano molto più esaustivi rispetto a quelli multi-core perché la maggior parte delle applicazioni presenti sui dispositivi utilizzano un solo core ed inoltre più core spesso hanno benefici solo per il marketing e non per gli utenti.

Il processore Snapdragon 800 del Nexus 5 è quindi superato dall’A7 di Apple ed anche la GPU Adreno 330 viene superata dalla PowerVR ‘Rogue’ di iPhone 5S. Il dispositivo di Apple possiede già una tecnologia che gli altri avranno a disposizione solo a partire dall’anno prossimo, comprendendo anche le applicazioni in grado di sfruttarla. Per non parlare poi del Touch ID. Il vincitore in questo ambito è Apple.

La fotocamera

Entrambi i dispositivi combinano gli sforzi dell’hardware e del software per rendere disponibili alcune funzionalità interessanti che fanno felici i moltissimi utenti. Entrambi i dispositivi hanno 8MP e stabilizzatore dell’immagine integrato. L’apertura di iPhone 5S è però maggiore (f/2.2) ed assicura quindi di catturare più luce per scatti migliori. Il dispositivo ha inoltre il flash True Tone abbinato al normale flash LED che, insieme, producono una luce ottimale.

117964-md-10824-iphoid_3

 

Guardando il lato software, Google ha aggiunto la nuova modalità HDR+ capace di scattare fotografie a raffica per poi unirle per elaborare lo scatto ottimale. Interessante anche il Photo Sphere per realizzare scatti panoramici a 360 gradi. iPhone 5S d’altro canto può girare filmati in slow-motion a 720p/120fps con risultati eccezionali. Google ha dichiarato di essere al lavoro per ottimizzare ulteriormente la qualità dei video girati, ma allo stato attuale la fotocamera di Apple è la vincitrice in quanto fornisce immagini nitide, con poco rumore in molti più ambienti rispetto a quanto riesce a fare quella di Google.

Il software

iOS 7 risulta essere un aggiornamento di proporzioni molto maggiori rispetto ad Android 4.4 KitKat. iOS 7 rimane ancora il più facile ed intuitivo sistema operativo da utilizzare quotidianamente, ma per ottenere il massimo le cose si complicano con le nuove funzioni, e nuove impostazioni. Con Android 4.4 Google ha fatto uno sforzo enorme per semplificare e pulire l’interfaccia utente offrendo però flessibilità e tante possibilità di personalizzazione.

117964-md-10834-iphoid_13 (1)

Apple ha però gettato una base più forte per il futuro di iOS grazie all’architettura stessa del sistema operativo a 64-bit. Tecnicamente Apple ha spinto di una generazione avanti il sistema operativo ed ha assunto un ruolo chiave per delineare una strada che verrà seguita anche dalla concorrenza. La ciliegina sulla torta è che Apple ha anche ridisegnato tutte le applicazioni auto-prodotte, sia quelle fornite all’acquisto del dispositivo, sia le suite iLife ed iWork, rendendole tra l’altro gratuite.

Quando si parla di “apertura” del sistema operativo le cose si fanno complicate: è vero che iOS è più chiuso, ma questo è realmente così importante? Davvero questa situazione limita le possibilità all’utente medio nell’utilizzo di tutti i giorni? Gli utenti vogliono semplicemente qualcosa che funziona e che si adatti alle proprie esigenze. Nessun sistema operativo è completamente sicuro, ma iOS grazie alla sua discussa “chiusura” risulta più sicuro rispetto a quelli offerti dalla concorrenza, Android in primis. Android vince però quando si parla della fantastica tastiera swipe, funzione totalmente assente in iOS.

Gli ecosistemi

L’ecosistema di Apple è semplicemente eccezionale in quanto risulta la piattaforma di distribuzione di intrattenimento più coesa ed integrata che si sia mai vista su qualsiasi altro prodotto. Apple aveva un vantaggio in quanto stava già lavorando ad iTunes prima della realizzazione di iPhone e quindi gran parte del lavoro era già stato fatto. Con l’apertura di App Store, numerosi sviluppatori di applicazioni hanno avuto la possibilità di diventare milionari, se non addirittura miliardari. Inoltre sono stati creati decine di migliaia di posti di lavoro in tutto il mondo. La gente potrà lamentarsi dei prezzi praticati all’interno degli Store di Apple, ma in realtà sono le case di distribuzione e le aziende produttrici di software a stabilire i prezzi di film, brani, libri ed applicazioni: ad Apple va una piccola percentuale, la quale serve a mantenere in vita l’ecosistema stesso.

Anche Google Play si è evoluto rapidamente in un ecosistema molto stabile per tutti gli utenti Android. Certo, chi arriva da iOS dovrà riacquistare nuovamente tutte le applicazioni e gli altri contenuti, ma si avrà il vantaggio che tutta la musica acquistata su iTunes è DRM-free. Quando si parla di prezzi, questi sono molto simili a quelli che troviamo anche in App Store, mentre per quanto riguarda il trasferimento dei contenuti su Android risulta molto più pratico: non esiste un software paragonabile ad iTunes e quindi è sufficiente il classico copia ed incolla per trasferire pressoché qualsiasi file.

Conclusione

Il Nexus 5 di Google è disponibile sul Play Store a 349€ nella sua versione da 16GB, offrendo quindi un rapporto qualità/prezzo davvero imbattibile. iPhone 5S viene venduto invece a partire da 729€ per lo stesso taglio di memoria del Nexus 5. Le differenze tecniche e prestazionali non sono così diseguali per giustificarne però il prezzo. Nexus 5 offre la stessa esperienza di iPhone 5S anche se ogni tanto il taglio dei costi si fa sentire, specie quando parliamo della fotocamera, della qualità delle chiamate o dell’altoparlante, tutti posizionati un gradino sotto al dispositivo di Apple.

117964-md-10833-iphoid_12

Il prezzo praticato da Apple è giustificato per diversi motivi ed i risultati delle vendite fanno suggerire che diversi milioni di utenti sono d’accordo. Tuttavia Google ed LG hanno fatto un ottimo lavoro nel realizzare uno smartphone di qualità rendendolo disponibile a molte più persone. Sintetizzando il giudizio: iPhone 5S è il miglior smartphone che i tuoi soldi possono comprare, mentre il Nexus 5 è il miglior smartphone che puoi comprare per risparmiare i tuoi soldi.

Via | Electronista

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: