Touch ID, il sensore di impronte dell’iPhone 5S, smette di funzionare dopo poche settimane?

Le vendite di iPhone 5S stanno andando grandiosamente e dopo anni, si pensava finalmente che il lancio del nuovo smartphone Apple non venisse oscurato da un problema tecnico. Dopo pochi mesi di vendita stanno ora iniziando a venir fuori alcuni problemi riguardanti l’ormai celebre Touch ID, il quale sembra essere meno preciso dopo poche settimane di utilizzo.

touch-id

I problemi per Apple iniziarono con iPhone 3G ed iPhone 3GS: entrambi i dispositivi in casi sporadici soffrivano di debolezze della scocca in policarbonato, la quale dopo alcune settimane presentava delle crepe ben visibili in prossimità dei tasti laterali, ma non solo.

Con iPhone 4 si è presentato invece il celebre problema denominato successivamente Antenna-gate: impugnando il dispositivo infatti si rischiava di far cadere completamente la ricezione del segnale telefonico. Sempre per iPhone 4 ci sono stati poi i problemi riguardanti la versione bianca, arrivata sul mercato parecchi mesi dopo il lancio della controparte nera.

In iPhone 4S i problemi riscontrati sul 4 sono stati risolti tutti e non avendo subito cambiamenti di design non si sono corsi particolari rischi. Con iPhone 5 i problemi tornano e questa volta riguardano la cornice metallica del dispositivo, la quale iniziava a perdere colore dopo poche settimane dall’acquisto, specialmente con la versione nera.

Ancora una volta Apple è corsa ai ripari con iPhone 5S, ma avendo aggiunto un’importante nuova funzione i problemi non si sono fatti attendere poi molto: il Touch ID in alcuni casi diventa molto più impreciso dopo poche settimane di utilizzo.

Come sappiamo, il lettore di impronte digitali implementato da Apple è considerato da tutti la killer-feature della società, ovvero la caratteristica chiave che dovrebbe far la differenza per gli utenti. Si tratta di un lettore rivoluzionario, realizzato in zaffiro, ma evidentemente non ancora perfetto.

Sul sito di supporto Apple sono in moltissimi infatti a lamentarsi del fatto che, dopo alcune settimane, il lettore diventa estremamente impreciso ed impedisce di sbloccare correttamente il dispositivo, costringendo gli utenti ad inserire manualmente il codice di sblocco. Pulire meglio il tasto Home ed effettuare nuovamente la scansione delle impronte digitali non è servito. Le volte in cui si riesce a sbloccare il proprio dispositivo con le impronte digitali sembrano addirittura inferiori al numero di volte in cui si fallisce.

C’è da dire che la durabilità dei lettori di impronte digitali è sempre stato un po’ il tallone d’Achille della funzionalità, ma si sperava che Apple, grazie alle conoscenze di AuthenTec, fosse riuscita a superare questo ostacolo. La società al momento non ha fatto alcuna dichiarazione, ma il problema sembra ingrandirsi a macchia d’olio tra gli utenti. Voi avete mai avuto problemi a far riconoscere le vostre impronti digitali al dispositivo? Se sì, siete riusciti a risolvere la situazione? Fatecelo sapere nei commenti!

Via | iDownload Blog

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: