Apple continua a dominare il settore del mobile gaming, ma Android guadagna terreno

Una recente analisi condotta da Distimo, dal titolo “2013 Year in Review“, mostra come Apple continui a dominare nel settore videoludico per smartphone ma non solo. Anche il principale rivale di iOS, Android ha fatto registrare una continua e rapida crescita nel settore.

mobilegaming

La crescita veloce ed esponenziale di Android nel mercato del mobile gaming deriva principalmente da due fattori. Innanzi tutto da questo anno Giappone e Corea del Sud (due mercati in forte crescita) sono i paesi dove si registra il maggior fatturato di Google Play. Il secondo fattore invece riguarda la ricerca e lo sviluppo dei giochi. Google infatti punta molto sul mobile gaming, decidendo di mettere a punto un nuovo controller di gioco.

Per essere precisi, andando ad analizzare le app che ricoprono i primi 200 posti di AppStore e Google Play, si è ottenuto il seguente risultato: Apple dal Novembre del 2012 al Novembre del 2013 ha guadagnato 3 milioni raggiungendo quota 18 milioni di dollari. Android invece, ha guadagnato ben 8,5 milioni raggiungendo quota 12 milioni di dollari.

Un altro aspetto emerso dall’analisi mostra quali giochi vengono scaricati più spesso e quali procurano il fatturato maggiore. Vincono questo titolo le applicazioni freemium, giochi gratuiti che però richiedo svariati acquisti in-app per aver accesso a tutte le funzioni del gioco, e le applicazioni a pagamento che non presentano ulteriori acquisti.

Apple quindi domina ancora il settore del mobile gaming, ma il Play Store di Google sta guadagnando terreno. Anche Samsung sta sviluppando il GamePad, il controller di gioco per i suoi dispositivi mobile. Anche Apple con iOS 7 ha introdotto il supporto ai controller, ma questo sarà sufficiente per frenare l’avanzata di Android?

Via | 9To5Mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: