Il 78% degli iPhone è protetto dal Blocco Attivazione

Una delle caratteristiche che al momento della presentazione di iOS 7 sono state maggiormente apprezzate, specialmente dagli organi di polizia, è stata la possibilità di poter individuare, bloccare e resettare gli iPhone in modalità remota nel caso di furto. Stiamo parlando del Blocco Attivazione.

bloccoattivazione

Il Blocco Attivazione ostacola l’uso o la vendita di iPhone, iPad o iPod touch smarriti o rubati. Se infatti vengono cancellati da remoto i dati sul device tramite Trova il mio iPhone in iOS 7, la funzione richiederà AppleID e password per riattivare il dispositivo smarrito o rubato.

Si è rilevato veramente un grande successo ed un passo in avanti da parte di Apple che contribuisce a rendere l’iPhone più sicuro, ed i dati sembrano dare ragione a questa novità. Si è calcolato che circa 4 utenti su 5 hanno attivato questa funzionalità. Questa statistica è stata ricavata dal procuratore distrettuale George Gascòn, che ha cercato di spingere i principali produttori di cellulari ed operatori wireless ad affrontare il problema del furto degli smartphone.

Grazie ad un sondaggio condotto tramite Facebook, Gascòn ha riscontrato che il 78% degli intervistati ha attivo sul proprio iPhone il Blocco Attivazione, ed il procuratore si è anche complimentato con Apple per la novità:

Quando non c’era, tutti possessori di iPhone non erano in grado di poter risolvere la situazione ed erano esposti ad un elevato rischio. Inoltre, ora i ladri non possono distinguere i dispositivi che hanno il servizio attivo e quali no.

Anche altri produttori sono al lavoro per introdurre un sistema di sicurezza sui propri dispositivi, anche se Apple in questo senso ha davvero fatto passi da gigante.

Voi cosa ne pensate della sicurezza dei dispositivi Apple?

Via | CultofMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: