La batteria del vostro iPhone dura poco? Ricaricatela con il vento [Video]

La batteria dei nuovi smartphone è oramai un problema ricorrente. Esistono, però, dei metodi che ci permettono di avere una carica aggiuntiva grazie alle batterie esterne. La trovata dell’Università del Texas, invece, è veramente singolare.

mulinismartphone

Il dispositivo realizzato da Smitha Rao ed il professor J.-C. Chiao è largo poco meno di 2 millimetri (un chicco di riso potrebbe contenerne una decina). L’idea del duo è quella di dotare le cover degli smartphone con centinaia di questi dispositivi, a cui sono collegate delle pale eoliche, ricavando energia dal vento.

Sembra un’idea che lascia il tempo che trova, ma la società taiwanese WinMEMS Technologies si è detta interessata al lavoro: “L’azienda è rimasta abbastanza sorpresa. È stato qualcosa di completamente inatteso per loro e gli investitori. I micro mulini funzionano bene perché la lega metallica è flessibile e il design di Smitha segue principi minimalisti”, ha dichiarato Chiao.

Ecco un video riguardo il funzionamento:

Sono arrivati, così, ad un accordo: l’università manterrà i diritti intellettuali mentre l’azienda si occuperà della commercializzazione. È sorto, però, un problema e lo spiega Rao: “Il problema che hanno molti progettisti di MEMS è che i materiali sono troppo fragili. Con la lega di nichel non abbiamo lo stesso problema”.

I mulini hanno un costo limitatissimo e possono essere quindi fabbricati in gruppi, consentendo una produzione di massa economica: “Immaginate d’inserirli in una custodia o cover del vostro smartphone. Quando il telefono ha finito la batteria, tutto quello che dovete fare per tornarne a usarlo è metterlo nella custodia e agitarlo in aria per un paio di minuti”.

Via | Tomshw

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: