Il futuro dei display Apple passa dai famosi ‘Punti Quantici’

Il Patent and Trademark Office degli Stati Uniti ha pubblicato dei brevetti che confermano l’interesse della società di Cupertino nei cosiddetti Quantum Dot display. Apple infatti sembra intenzionata a migliorare drasticamente i colori dei propri schermi grazie a questi Punti Quantici. Ecco i dettagli.

punti

Nel loro insieme, le tre richieste di brevetto Apple descrivono un sistema avanzato in cui i punti quantici sono disposti in un display per offrire colori più ricchi, una migliore visualizzazione fuori asse ed in generale una migliore performance rispetto ad uno schermo LCD tradizionale.

Per chi non lo sapesse, un punto quantico (dall’inglese quantum dot) è una nanostruttura formata da un’inclusione di un materiale semiconduttore, con una certa banda proibita, all’interno di un altro semiconduttore con banda proibita più grande. Tale struttura genera un pozzo di potenziale tridimensionale che confina i portatori di carica (elettroni e lacune) in una piccola regione di spazio in cui i livelli energetici divengono discreti.

La definizione è piuttosto complessa se non avete dimestichezza con la materia, ma in sostanza un giorno tale tecnologia potrebbe essere implementata in prodotti come l’iPhone o iPad per migliorare l’accuratezza del colore senza incidere notevolmente sui costi.

14.02.06-MEMS-2

Forse il più interessante dei tre brevetti, è il brevetto di controllo dell’otturatore dei sistemi microelettromeccanici Apple (MEMS)Gli schermi LCD sono tipicamente costruiti con uno strato di retro-illuminazione che trasmette luce attraverso uno strato di cristalli liquidi, il quale controlla la luminosità dei singoli pixel per produrre un’immagine. La retroilluminazione è solitamente composta da LED rivestiti con fosforo per dare una luce bianca che successivamente si muove attraverso lo strato di cristalli liquidi per produrre colore. 

Come osservato nel brevetto, un modo per migliorare la gamma di colori è quello di sostituire il fosforo dei LED con punti quantici, o nanocristalli fatti di un materiale semiconduttore che presenta particolari caratteristiche meccaniche quantistiche. I punti possono essere fabbricati per emettere spettri di luce molto stretti che a loro volta producono gamme di colore più ampie. Nell’immagine qui sotto potete notare la differenza:

0106-qd-1

Ovviamente il tutto è in fase di sperimentazione, e non si sa quando e se Apple deciderà di introdurre tale tecnologia nei suoi display. Come potete vedere però, il risultato è davvero notevole, ed i colori dello schermo dell’ipad superiore (con punti quantici) risultano molto più naturali.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: