Tutte le percentuali di ampiezza dei display dei vari smartphone attualmente esistenti

Vi siete mai chiesti quanto schermo c’è sui vostri dispositivi? O meglio, quanto è ampia la porzione del display rispetto al dispositivo? qualcuno ci ha già pensato ed ha risposto al quesito attraverso un’ampia immagine che vi riportiamo di seguito.

display

LG, Samsung, HTC, Nokia, Motorola Sony ed Apple sono le aziende produttrici degli smartphone più diffusi ed attualmente in commercio. Come potete vedere dall’immagine di seguito, la posizione di Apple non è proprio altissima.

smartphone-screen-real-estate

Primo in classifica, sul podio troviamo l’LG G2 che è composto per il 75,7% dal display, seguito dal Note 3 con il 74,6% e dall’Lg G Pro con il 72,8%. L’iPhone 5S si trova a parimerito con l’iPhone 5 soltanto in 20esima posizione con il 60,6% di ampiezza del display, mentre l’iPhone 5C è 24esimo con il 59,7%; iPhone 4/4S e 3GS alla fine della lista rispettivamente con il 54% ed il 50,8%.

Il fattore determinante è principalmente il TouchID posto fisicamente fuori dal display sotto il dispositivo, mentre i dispositivi Android utilizzato tasti capacitivi proprio sotto lo schermo; inoltre, per un fattore di estetica, lo stesso spazio al di sotto dell’iPhone lo troviamo sulla parte superiore (dove è posizionato altoparlante, fotocamera e sensore di prossimità) in modo da mostrare il display del dispositivo perfettamente al centro.

Possiamo ormai dire che l’iPhone 6 sarà più grande, ma se la filosofia di Apple resterà la stessa -ovvero utilizzare lo smartphone con una sola mano- l’azienda sarà costretta a ridurre la cornice (come già accaduto con iPad Mini) o magari trovare una soluzione nei futuri modelli che implica l’implementazione del TouchID direttamente sotto il display, in modo da mantenere le dimensioni del dispositivo attuali ma con un display decisamente più grande.

Via | 9to5Mac

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: