La metà dei possessori di iPhone vecchi non vendono i propri dispositivi

Quasi la metà delle persone che compra un nuovo dispositivo sceglie di riporre quello vecchio all’interno di cassetti o armadi piuttosto che venderlo. Da un sondaggio condotto lo scorso Gennaio è emerso che tutti questi dispositivi potrebbero valere circa 47 miliardi di dollari.

smartphone

La maggior parte di noi quando acquista un dispositivo nuovo cerca di liberarsi di quello vecchio regalandolo ad amici o vendendolo nel caso in cui sia ancora in buone condizioni. Un recente sondaggio ha però rilevato come in realtà quasi la metà delle persone preferisce riporlo in un cassetto piuttosto che ricavarne dei soldi vendendolo.

Guardando nello specifico la situazione degli iPhone, il totale di quelli non rivenduti ammonta a circa 13,4 miliardi di dollari. Negli Stati Uniti gli iPhone più rivenduti sono iPhone 4 ed iPhone 4S, mentre quello con la valutazione più alta è iPhone 5s da 16GB, venduto per circa 325 dollari.

sellcell-january2014-survey

Il 40% delle persone intervistate ha dichiarato di utilizzare il vecchio dispositivo come terminale di riserva, mentre il 36% non ha alcuna idea su cosa farsene. Il 20% regala il dispositivo vecchio ad amici e famigliari, mentre il 12% lo dona alla carità. Il 17% delle persone di dichiara invece troppo pigro per dare il vecchio dispositivo a qualcuno o a riciclarlo, mentre il 9% delle persone ha scelto di gettarlo semplicemente nella spazzatura.

Il riciclo degli smartphone diverrà molto importante in futuro a causa della saturazione del mercato in generale: entro il 2017 gli utenti iPhone raggiungeranno il 68% del totale e questa percentuale verrà raggiunta in gran parte grazie ad acquisti di dispositivi usati.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: