iOS 7.1 non provoca più mal di testa, vertigini e nausea

Qualche mese fa abbiamo riportato una notizia bizzarra ma che trova un riscontro abbastanza considerevole negli utenti: iOS 7.0 causa vertigini e nausea. Le animazioni del sistema operativo infatti, facevano “star male” coloro che lo utilizzavano continuamente per qualche ora. Le stesse persone oggi dichiarano che con iOS 7.1 tutto ciò non avviene più.

ios-7.1-mal-di-testa-nausea

A creare quel senso di vertigini erano tutti gli effetti continui di movimento dell’intero sistema operativo, il continuo zoom-in e zoom-out al lancio e alla chiusura di ogni applicazione o cartella, e l’effetto di parallasse sugli sfondi o all’interno di applicazioni. Non ultimo il movimento delle bolle durante lo scrolling dei Messaggi e le sfocature applicate alle immagini in secondo piano. Insomma ogni applicazione aveva degli effetti troppo lenti che causavano, dopo una continua visione attenta dello schermo, un grosso senso di nausea su soggetti predisposti.

Grazie ad iOS 7.1 che velocizza qualsiasi animazione, permette di non applicare l’effetto parallasse sugli sfondi e risulta più fluido nei movimenti dell’interfaccia impiegando meno tempo per svolgere le varie transizioni, gli stessi soggetti hanno affermato che i mal di testa sono scomparsi. Ricordiamo inoltre che iOS 7.1 include nuovi effetti sugli slider di sblocco dispositivo e di spegnimento oltre che nuove opzioni per aumentare il contrasto e non affaticare troppo la vista.

Insomma il nuovo iOS 7.1 è stato approvato anche da chi, fino ad oggi, odiava il nuovo stile di iOS 7. Se siete interessati a dei video e a vedere attraverso delle immagini tutte le novità del nuovo sistema operativo allora vi rimandiamo a questo articolo. Di seguito invece trovate un video dove vengono comparati iOS 7.0 e iOS 7.1 per quanto riguarda la velocità delle animazioni e quindi anche i miglioramenti che ne derivano durante l’utilizzo.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: