iOS Apple: idee per il futuro | Approfondimenti

La struttura di base della schermata Home di iOS è rimasta invariata sin dall’introduzione di iPhone nel 2007. Si tratta infatti di una griglia che, prima della nascita del sistema operativo mobile di Apple, gli altri produttori solevano inserire nei menù interni e non in Home. Dopo 7 anni ci stiamo chiedendo: cosa ne sarà del suo futuro? Come evolverà?

iOS

Oggi su 9To5Mac è stato pubblicato un interessante approfondimento riguardante la struttura di iOS sin dalla sua prima release nel 2007, fino all’ultima avvenuta lo scorso Settembre.

All’interno dell’articolo viene detto che Apple ha creato una Homescreen essenzialmente perfetta ma che a lungo andare diventa noiosa, soprattutto per una persona che possiede dispositivi iOS da oltre 7 anni. Ben Lovejoy, l’autore dell’articolo, sostiene anche che l’utente medio controlla più spesso se ci sono novità rilevanti piuttosto che aprire un’applicazione.

Nuova Lockscreen?

Questo significa che Apple dovrebbe integrare già all’interno della schermata di sblocco una sorta di Centro Notifiche molto più evoluto di quello attuale, capace di mostrare molte più informazioni ed in poco spazio.

Affrontando poi l’argomento privacy, l’autore sostiene che è l’utente a decidere cosa mostrare e cosa non mostrare in quel Centro Notifiche evoluto e quindi non ci sarebbe alcun problema a riguardo.

ios-8-lockscreen

Queste si trattano di informazioni ed opinioni condivisibili, ma perché cambiare un’interfaccia con una struttura così vicina alla perfezione? Prima del 2007 tutti i produttori di smartphone avevano l’abitudine di inserire tutte quelle icone in menù, lasciando completamente libera la Homescreen, che veniva principalmente occupata dallo sfondo, dall’orologio e da pochissime altre informazioni.

Apple ha compiuto ai tempi una rivoluzione che, seppure semplice, nessuno vi aveva mai pensato: portare quel menù direttamente nella Homescreen. Questo non significa solo occupare bene uno spazio che altrimenti sarebbe rimasto vuoto ed inutilizzabile, ma anche rendere più veloce l’accesso a determinate funzioni del dispositivo senza dover navigare all’interno dei vari menù.

ios-1-81

L’idea delle informazioni nella schermata di blocco invece sembrerebbe davvero interessante, ma credo sussistano alcuni problemi non del tutto trascurabili: come ha detto lo stesso Ben, il primo riguarda la privacy. Chiunque potrebbe prendere il nostro dispositivo e consultare qualsiasi informazione importante che possa apparire direttamente in quella schermata. L’idea migliore, forse, sarebbe quella di mostrare questo Centro Notifiche avanzato solamente dopo aver premuto il tasto Home, all’interno del quale si trova il Touch ID.

Il secondo problema non trascurabile è la quantità di informazioni che potremmo consultare: lo schermo di iPhone 6 potrebbe essere di dimensioni maggiori, ma non è semplice farci stare diverse tipologie di informazioni ed al contempo renderle leggibili ed immediate. Insomma, non si possono inserire troppi gadget in un’unica schermata. Provate ad immaginare di inserire il feed per Facebook, Instagram, Twitter, Calendario, Meteo, Promemoria, Mappe, iSpazio e molto altro. Capirete voi stessi che non ci può stare tutto, ed a questo punto credo sia meglio rinunciare all’idea.

Migliorare il centro notifiche?

Certamente si può invece far qualcosa per migliorare il Centro Notifiche attuale. In fin dei conti basta un semplice slide verso il basso e tutto è a nostra portata di mano: qui possiamo vedere messaggi, email, chiamate perse, meteo attuale, tragitto per tornare a casa, impegni ed in generale tutte le notifiche arrivateci dalle nostre applicazioni preferite. Credo che semplicemente basterebbe modificare e migliorare la funzionalità piuttosto che metterla direttamente sulla schermata di blocco cercando di occupare ogni millimetro dello schermo.

sms-notification-ios7-th

Ordinamento intelligente ed automatico?

Per quanto riguarda invece la schermata Home, i cambiamenti da fare non sono molti. Personalmente ritengo che possa risultare molto utile che iOS impari, in base agli impegni, alla localizzazione ed all’orario, quali applicazioni potremmo usare in quel momento e cambiare automaticamente l’ordine delle icone mettendo in prima pagina proprio quelle che potrebbero risultarci più utili. Per fare qualche esempio, nei giorni lavorativi al mattino potremmo trovare in prima pagina applicazioni per i mezzi pubblici, per le indicazioni stradali o, perché no, le applicazioni per consultare le notizie o il meteo. Quando invece ci spostiamo all’estero potremmo trovarci applicazioni per le mappe offline, dizionari e quant’altro.

640x360xios8.jpg.pagespeed.ic.V2OsjPA5fd

Il sistema potrebbe risultare confusionario, ma alla fine si trattano di cambiamenti minimi. Per richiamare velocemente un’applicazione senza impazzire cercandola basterebbe aprirla con Siri, oppure ricorrendo allo Spotlight con un semplice swipe.

Icone dinamiche?

Per finire, un’altra chicca che potrebbe rivelarsi utile, è quella di consentire agli sviluppatori di effettuare cambiamenti delle icone delle applicazioni, proprio come avviene ora con Calendario od Orologio. Basta accedere alla Home per scoprire ad esempio il meteo e la temperatura attuali, vedere dove ci troviamo, scoprire all’istante il nostro credito residuo sulla SIM o quanto tempo abbiamo a disposizione per fare check-in per un volo.

ios-style-iphone-app-icon-world-tv-countdown-icon-button-design-99designs_26390913~18c4d2013385bbb6074de524f89497d49ba496c1_largecrop

Ricapitolando quindi, credo che la struttura di base di iOS sia quasi perfetta: nella Home vorrei vedere icone in tempo reale ed ordinate in base all’uso. Nella schermata di blocco vorrei poter accedere ad un Centro Notifiche più intelligente, attivabile col tasto Home con Touch ID.

Ovviamente le mie sono idee personali, voi come sognate il vostro iOS 8?

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: